Secondo passo

Il primo step non si è ancora concluso ma noi stiamo lavorando a quello successivo. Quando abbiamo aperto il coworking pensavamo che non sarebbe stato difficile andare incontro al nostro target principale: freelance come noi, isolati e desiderosi di verificare se l’unione fa la forza. E invece no. Non è per nulla facile raggiungerli, al punto che iniziavamo a chiederci: ma ci sono davvero? La strategia iniziale è stata: ecco lo spazio, praticamente manchi solo tu per renderlo funzionale. Ma non è bastato. Siamo ancora troppo pochi. Lo spazio non è sufficiente. Qual è il valore aggiunto? Cosa trova chi viene ad utilizzare questo spazio? Un lungo brain-storming, talvolta un soliloquio di pensieri. Il vero valore aggiunto che trova chi entra sono gli altri. Dunque doppiamo ripartire da noi, e prendere coscienza di noi stessi.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.