Abolizione di tutti i vitalizi, Richetti (PD) inizia la raccolta firme

Inizia la raccolta di firme sul testo depositato per abolire i vitalizi, lo scrive su Twitter il parlamentare del PD Matteo Richetti che pochi giorni fa aveva depositato il Ddl che prevede l’abolizione del vitalizio a tutti i parlamentari attuali, passati e futuri, consiglieri regionali attuali passati e futuri. “È finito il tempo dei pannicelli caldi”, aveva scritto in un post su Facebook.

Aveva chiarito Richetti: “L’ho fatto in Regione ‪‎Emilia Romagna‬, appena eletto Presidente dell’Assemblea cinque anni fa, rinunciando per primo all’assegno vitalizio. Lo faccio da Parlamentare, sapendo che tanto è stato fatto, che oggi questo privilegio non esiste più per chi viene eletto, ma ritenendo inaccettabile che si continuino a pagare cifre spropositate senza alcun collegamento con quanto versato.

Il progetto di legge prevede il ricalcolo per tutti con il sistema contributivo.

Semplice: si prende il versato, si calcola il montante contributivo con i coefficienti della ‪‎Fornero‬ e si ricava la pensione a cui si ha diritto.
Come per tutti i lavoratori.

Ovviamente questo porterà ad una drastica riduzione degli assegni erogati, ma non viene leso nessun diritto acquisito. Piuttosto si cancella un privilegio e si riafferma il principio costituzionale di uguaglianza tra i cittadini”.