LA CINA

Martedi 18 Luglio 2006, 10:45 am; atterriamo a Shanghai dopo 11 ore e 15 minuti di volo da Milano.

Arriviamo in albergo che le camere non sono ancora pronte; nell’attesa il gentile concierge ci invita nella lobby lounge al 38˚ piano, allestita con un fresco buffet.

Io addocchio subito le bevande… arancia, ananas, pompelmo, kiwi… kiwi! Senza nemmeno leggere le etichette agguanto la bottiglia; e’ immersa in un morbido strato di ghiaccio tritato; il gelo e la condensa sul vetro mi fanno subito dimenticare i 28 gradi con l’80% di tasso di umidita’ che impregnano lo smog della città’.

Con frenesia verso il liquidio nel bicchiere e lo avvicino svelto alle labbra.

La prima golata la mando giu’ senza nemmeno sentirla, alla seconda ho la bocca piena quando mi rendo conto che in realta’ non sto bevendo succo di kiwi! Ma succo di cetriolo!

Ancora con la bocca piena cerco con gli occhi la toilette… impossibile chiedere indicazioni in queste condizioni; inquadro un paio di vasi… non fattibile, non si fanno queste cose. Sono costretto all’inevitabile… ingoio con disgusto il succo di cetriolo, un brivido lungo la schiena mi fa scrollare le spalle.

Benvenuto in Cina.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated AleCatto’s story.