Estetica maschile: sentirsi a proprio agio correggendo la ginecomastia

Sentirsi in pace ed armonia con il proprio corpo ha ricadute importantissime sulla nostra vita sociale: significa infatti avere maggior successo nei rapporti con il prossimo, sia in ambito personale che lavorativo. L’autostima derivante dall’appagamento per il proprio aspetto fisico porta un sensibile miglioramento della qualità della vita. In ambito chirurgico la chirurgia estetica maschile garantisce anche all’uomo un rapporto sereno con il proprio aspetto fisico, rendendone i tratti più armoniosi. La chirurgia estetica maschile comprende tutti gli interventi di chirurgia estetica e anche quei trattamenti di medicina estetica che eliminano o riducono tutti gli inestetismi, siano essi congeniti o derivanti dall’invecchiamento. Tra gli interventi principali cui si affidano gli uomini vi sono la rinoplastica per correggere difetti estetici o funzionali del naso, interventi per il ringiovanimento del viso, ma anche tonificare l’addome o per intervenire riducendo un eccessivo volume delle mammelle. Questo problema si chiama ginecomastia che è un eccessivo sviluppo delle mammelle nell’uomo, causato dal semplice depositarsi di grasso in eccesso o depositi di grasso in eccesso o da uno sviluppo troppo grande delle ghiandole mammarie, che spesso è conseguenza di disfunzioni ormonali. In pubertà, normalmente, ha luogo uno sviluppo importante e repentino delle ghiandole mammarie, che in alcuni casi dolgono: se questa condizione non è solo momentanea, ma si conserva nel tempo si deve parlare di disturbi ormonali. Possono esserne causa l’eccesso di adipe, livelli non corretti di testosterone, disturbi del metabolismo, assunzione di farmaci, sindrome di Klinefelter, uso di sostanze anabolizzanti.
Le difficoltà psicologiche innescate da questa condizione di disagio sono molto forti ed hanno, spesso, implicazioni negative nella vita relazionale del soggetto. Viene infatti meno, l’immagine maschile e virile socialmente riconosciuta ed il soggetto , talvolta, cade in profonda crisi. Un intervento riduce il seno maschile è quindi spesso risolutivo anche di problematiche psicologiche e può restituire al paziente grande serenità nei rapporti interpersonali, siano essi sociali o sentimentali.
Dai 30 e i 60 minuti è la durata dell’intervento, che viene eseguito praticando minuscole incisioni, 3–4 millimetri, attraverso le quali si compie la liposuzione, laddove l’ipertrofia mammaria è costituita soltanto da un eccesso di grasso, oppure, mediante l’asportazione dell’eccesso di tessuto ghiandolare. Le ridotte dimensioni delle incisioni rende praticamente invisibile l’intervento. Il dottor Paolo Luccioli è un esperto professionista in chirurgia estetica Firenze, che, grazie alla sua esperienza pluriennale, è in grado di fornire un’accurata consulenza in materia.