Me lo confermava stamani il CEO di Apple Tim Cook, a Cupertino, nel quartier generale di un’azienda che continua a mietere risultati straordinari e che in queste ore raggiunge il massimo della capitalizzazione come mi spiegava Luca Maestri, al vertice della parte finanziaria aziendale, italiano competente e capace.
Diario dalla California giorno 2
Matteo Renzi
25050

Senza dimenticare che il caro Steve Jobs ha sfruttato, come ora l’Apple di Cook, la manodopera cinese — a basso costo — rifiutandosi di visitare almeno una volta un solo stabilimento in Cina.
Sì, l’Apple ha cambiato il mondo ma a spese dei più deboli. Prima di Apple bisognerebbe riscoprire Olivetti.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Alessandro Carrese’s story.