Inbound Marketing

Cos’è e perché dovrebbe essere utilizzato

Grazie ad Internet, il marketing si è evoluto nel corso degli anni. I consumatori, colpiti dalle pubblicità per strada e tramite spot televisivi (outbound marketing), cercano su internet le opinioni degli altri utenti per valutare il prodotto prima dell’acquisto.
Spesso il contenuto relativo al prodotto, cercato online, è intercettato da strategie di inbound marketing che sono in gran parte facilitate dai social media.

Una delle ragioni per le quali l’inbound marketing diventa una scelta obbligata, in particolar modo per lo small business rispetto all’outbound, è il costo nettamente inferiore del primo. La scelta è rafforzata anche da una ROI (Return Of Investment) maggiore e misurabile.

Perchè cercare di far acquistare un prodotto ai consumatori che non prestano nemmeno tanta attenzione e/o interesse?

Fonte: http://a-ali.com/inbound-marketing-vs-outbound-marketing/

L’inbound si concentra più sul guadagnarsi l’attenzione del consumatore, creando una strategia strutturata su contenuti accattivanti ed interessanti, per il pubblico di riferimento. Questa può essere attuata sui social media, con articoli di blog, attraverso la pubblicazione di podcast e video.
Le aziende devono generare un valore attorno al proprio brand, iniziando col creare un legame ed un interesse tra le persone e il prodotto.
Come attuare strategie vincenti di inbound marketing? La scrittura di contenuti semplici è un ottimo strumento per iniziare, ad esempio gli “How to” generano così una propensione maggiore all’acquisto del prodotto.

Perchè l’outbound da solo non funziona

  • Invio di lettere dirette al proprio indirizzo postale di cui il 44% non viene mai aperto. È uno spreco di tempo di spese di spedizione e di carta;
  • Spot in TV: l’86% delle persone fanno zapping quando ci sono gli spot televisivi;
  • l’84% delle persone tra i 25 ed i 34 anni di età hanno cliccato casualmente su un sito web a causa di un “annuncio irrilevanti o invadente” e poi hanno subito chiuso la scheda del browser;
  • Il costo per lead è più alto rispetto all’inbound marketing.
L’inbound marketing costa meno e ha una migliore ROI

L’obiettivo è quello di generare un valore attorno al brand, pertanto si creano articoli multimediali che aiutano le persone a risolvere un problema oppure si può partecipare ai “forum” di Q&A (Domade e risposte), ed ancora creare posts basate su specifiche strategie social.

Il contenuto che viene pubblicato in rete, consente di mettersi in contatto con le persone, quando queste cercano contenuti o soluzioni ai loro problemi, che possono essere soddisfatti dai tuoi prodotti.

Questo permette di aggiungere un valore al tuo brand, creando finalmente una connessione positiva agli occhi del consumatore e permettendo di avere una maggiore leva durante la fase di promozione. L’outbound marketing, a questo punto effettuato attraverso campagne di Adv online, spot in tv ed altro avrà sicuramente un ritorno maggiore.

Come fare inbound marketing

  • Pubblica i tuoi contenuti sul blog solo se hai intenzione di condividere gli articoli attraverso profili di social media;
  • Riproponi i tuoi contenuti a diversi siti web che offrono un supporto ed una diffusione diversificata, come ad esempio un podcast o un video;
  • “Googla” argomenti e termini affini al tuo prodotto in modo da trovare blog correlati e forum in cui è possibile inviare i tuoi contenuti;
  • Cerca nei siti di Q&A con argomenti affini ai tuoi prodotti ed inserisci contenuti pertinenti che hanno un valore per la comunità;

La chiave principale di tutto è il remarketing. Devi imparare a dividere un articolo, ritenuto interessante dai tuoi potenziali clienti, in tante piccole pillole, inserendo ove possibile, dei link che riportino al proprio sito web.

Fonte: http://www.basistech.com/solutions/social-media/

Il prossimo passo, molto importante e da non sottovalutare, è quello successivo: il monitoring. Permetterà di ricavare informazioni d’oro, perché consentirà ad identificare diversi i target, da dove provengono (social, blog, etc.. ), come hanno trovato i contenuti, quali interessi hanno mostrato e molto altro ancora.

Tutto ciò sarà fondamentale per prendere decisioni in merito alle future strategie di marketing e a comprendere al meglio la clientela.