Red Velvet Cake | Ricetta e trucchi

Come preparare la torta americana più richiesta a San Valentino

La Red Velvet Cake, ovvero la torta di velluto rosso, è tra le protagoniste indiscusse della pasticceria americana. Viene preparata in mille diverse varianti; coppie di promessi sposi la scelgono per la torta nuziale, in formato cupcake è perfetta per feste e piccole occasioni. Per San Valentino le vetrine di pasticcerie come la Carlo’s Bakery di Buddy Valastro o, sulla costa opposta, Georgetown Cupcake delle sorelle Kallinis ~ per citarne due conosciute anche in Italia grazie a programmi televisivi di successo ~ sono letteralmente invase da questo dolce di rosso vestito.


Ma come si prepara questa torta? In pochi sanno che il colore rosso che la caratterizza non è il risultato dell’aggiunta di coloranti alimentari … o meglio, non lo era in origine! Come tutte le grandi scoperte (e, fidatevi, la Red Velvet è una grandissima scoperta!) questa torta nasce da una casualità e determinante è l’uso di due ingredienti tipicamente americani: la baking powder (mistura di farine e bicarbonato) e il latticello (dal gusto acidulo, si ottiene velocemente mescolando due parti di yogurt magro, una di latte intero e mezza di succo di limone). La pasticceria è una scienza e mai come in questo caso direi che si tratta proprio di chimica: il bicarbonato se messo in ambiente acido dà origine a una reazione “decolorante” e se siete bravi a decolorare il marron cacao, otterrete un bel red velvet!

Ma dovete essere bravi, dei piccoli chimici, per ottenere il risultato voluto senza compromettere il gusto. Io, dopo molta ricerca e prove su prove, ho trovato la mia ricetta ideale per sofficezza dell’impasto e compattezza della crema con cui farcirla. Quanto al colore Red Velvet … ho ottenuto piuttosto un bel bordeaux “lambrusco” e per il rosso shock mi sono arresa a un cucchiaino di polvere di barbabietola (che male poi male non fa!).

Ecco a voi la ricetta con cui ho lasciato a bocca aperta il mio ragazzo a San Valentino:

Ingredienti

Per l’impasto di velluto rosso
300 g di zucchero semolato
120 g di burro morbido
2 uova grandi
250 g di latticello
1 cucchiaino da tea di polvere di barbabietola
2 cucchiai rasi di cacao amaro (18 g)
275 g di farina 00 setacciata
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di aceto bianco o di mele

Per la crema al formaggio
600 gr di formaggio spalmabile tipo Philadelphia
300 ml di panna fresca da dolci
250 gr di zucchero a velo vanigliato

Preparazione

Iniziate dal latticello: mescolate yogurt, latte e 1 cucchiaino di succo di limone, fate riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.
Nella planetaria o in una ciotola con le fruste elettriche montate il burro morbido con lo zucchero fino a quando otterrete un composto chiaro e spumoso al quale dovrete aggiungere un uovo leggermente sbattuto e, impastando a velocità media, un cucchiaio di farina per non farlo stracciare. Quando il primo uovo si è amalgamato, aggiungete il secondo con lo stesso procedimento.
Aggiungete la polvere di barbabietola al latticello.
Setacciate il cacao ed aggiungetelo alla farina precedentemente setacciata. A questo punto continuate a lavorare l’impasto a mano perché per una riuscita ottimale gli ingredienti non vanno mescolati troppo (come succede per i muffin). Aggiungete metà del latticello all’impasto e subito dopo la metà della miscela di cacao e farina. Ripetete il procedimento fino alla fine degli ingredienti.
In una ciotolina mescolate il bicarbonato con l’aceto, si formerà una leggera schiuma che dovrete subito aggiungere all’impasto; mescolate brevemente fino ad avere un impasto ben amalgamato e liscio. Preriscaldate il forno a 180° e versate l’impasto in una teglia di 22 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata. Livellate la superficie e infornate per circa 30/40 minuti. Una volta sfornata lasciatela intiepidire per 15 minuti, poi trasferitela su una griglia per farla raffreddare completamente ma capovolgendola. Ritagliate i vostri 3 dischi (io dopo ho ricavato tre cuori dai dischi).


Per la crema mettete la ciotola e le fruste in freezer in modo che la vostra panna si monti alla perfezione. Con le fruste a velocità media montatela con lo zucchero a velo e unitela mescolando delicatamente dall’alto verso il basso al formaggio che avrete ridotto in crema con una frusta o forchetta. Con la crema ottenuta farcite i dischi e decorate top ed esterno della torta per creare uno scenografico contrasto rosso-bianco e decorate a piacere: io ho usato le briciole della red velvet ottenute dai ritagli dei tre cuori, ma potete usare frutti rossi o scaglie di cioccolato.

Questa torta vi assicuro che vi rimarrà nel cuore. Sembra difficile mentre in realtà richiede veramente poco tempo per ottenere un impasto che senza bisogno di bagne e ancora prima di aggiungere la crema, rimarra naturalmente morbido per giorni (io conservo i ritagli e li inzuppo nel latte a colazione!). Spero vi dia la stessa soddisfazione che ha dato a me ♥