Quali e quanti strumenti dovrebbe usare un developer nel 2017

Negli ultimi anni sono cambiate tante cose… ma come sempre del resto! E così oggi mi ritrovo a usare tantissimi strumenti diversi per sviluppare i miei progetti. Alcuni più comodi di altri. Alcuni obbligati dal mercato e dal lavoro in team.

Alcune delle finestre aperte sul mio desktop

Certo, da quando i siti si facevano con le tabelle è passato un sacco di tempo… Ma non fatemi sentire vecchio: ho solo 30 anni e comunque pochi mesi sono ere geologiche tecnologicamente parlando.

Computer

Nessun consiglio in particolare. Penso che il Mac sia la scelta migliore. Ma ovviamente va bene Linux e, se siete masochisti, anche Windows. A voi…

Editor

È importante, perchè è lo strumento principale di lavoro. Ecco quali consiglio in ordine di importanza:

  1. Sublime Text
  2. Coda
  3. Atom
  4. Brakets

Gestione server locali e hosts

Qua la cosa è più tecnica. Non saprei consigliarvi meglio perchè dipende molto dall’uso che ne fate.

  1. MAMP
  2. Vagrant
  3. Docker

Linguaggio di programmazione

Ovviamente ogni linguaggio ha la sua peculiarità. Uno sviluppatore serio, secondo me, dovrebbe avere infarinatura di tutti questi linguaggi

Librerie e framework

Sarebbe da pazzi lavorare senza il supporto di una serie di framework ormai assolutamente indispensabili per ridurre i tempi di sviluppo ma, anche, per fare le cose fatte meglio.

Software di gestione

Altri strumenti di gestione

  • NPM
  • Composer
  • Grunt e Gulp (in favore di Codekit che ho adorato per tanto tempo ma che risultava impossibile da usare in ambito di lavoro in team)
  • GIT e GitHub (fondamentale!)

Varie

Certo, forse non servono proprio per “lavorare” ma senza sarebbe molto peggio:


Qualcuno avrà forse notato che non ho elencato degli evergreen come Photoshop o Illustrator…

La verità è che oggi, per sviluppare web o app non sono più necessari. Ma magari ci torniamo un’altra volta.

Quali sono i vostri strumenti preferiti? ho forse dimenticato qualcosa di fondamentale? 
Aspetto i vostri commenti.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Andrea Rufo’s story.