Ossia: attraversare 3 paesi in EU, da quando Schengen non c'è più

Questo articolo racconta la mia personale esperienza, e vuole essere d'aiuto per chi decidesse di intraprendere un viaggio simile, in questo periodo incerto, di mascherine, frontiere e autocertificazioni.

Da quando ho iniziato a viaggiare (circa 15 anni fa) in giro per l'Europa, il concetto di frontiera per me è sempre stato sottile (se non inesistente): ho viaggiato in quasi tutte le capitali europee per anni, senza neanche avere il passaporto.

Quindi, quando ho deciso di lasciare Roma (le mie cose, i miei affetti) per accettare un'offerta di un'azienda olandese e andare a vivere a Rotterdam, l'ho fatto pensando che fare…


Il modo di suonare e di fare musica non è cambiato molto rispetto al progresso tecnologico, musica elettronica a parte: si usano chitarre e amplificatori progettati 50 anni fa, si può registrare ancora in analogico, si stampano ancora vinili. Quello che è cambiato è quello che c’è intorno alla musica: il mercato, la distribuzione, i supporti.

Vestendo i panni del musicista emergente, o forse più “affondante”, che scrive musica e vorrebbe farla uscire dalla propria camera, mi sono fatto delle domande e ho tentato di darmi delle risposte, leggendo e informandomi sul campo. …


Una volta scritto e diffuso una canzone (che sia live o online) c’è la necessità di tutelarsi dal plagio, ossia certificare in un modo legalmente valido che quell’opera (testo e musica) sia stata scritto da una determinata persona in una determinata data. Da quello che si legge dal sito SIAE, per il deposito di un brano per un non associato il costo è di 132€ ad opera inedita. Centotrentadue euro. E’ chiaro che per una giovane band che ha pubblicato un demo promozionale con 5–6 pezzi inediti è una spesa che non ha senso.

Una possibile risposta a questa domanda…


(I found this story on many websites of Irish traditions, but I have no idea who wrote it)

Molly Malone Statue (Dublin)

For someone who trod this Earth for so brief a period, the youngest daughter of two fishmongers named Patrick and Colleen Malone had a far greater impact on those who knew her, and many who did not, than almost anyone else who had ever lived in the seedy waterfront neighborhoods of Dublin during the early part of the 19th century.

In fact, so great was the outpouring of grief at the funeral of young Molly Malone, struck down by a fever as…


(Ho tradotto questa storia da diversi siti di tradizioni irlandesi, ma non ho idea di chi l’abbia scritta.)

Molly Malone Statue (Dublin)

Per quelli che hanno calpestato questa terra per un periodo anche breve, la figlia più giovane di due pescivendoli di nome Patrick e Colleen Malone ha avuto un impatto molto maggiore su coloro che la conoscevano, e su molti che non la conoscevano, di quasi chiunque altro avesse mai vissuto in quegli squallidi quartieri lungo il fiume di Dublino durante la prima parte del 19° secolo.

In effetti, tale fu il dolore al funerale della giovane Molly Malone, colpita da una febbre…

Antonello D'Ippolito

Software engineer and musician — https://antodippo.com

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store