Cara Sardegna
Franz Vitulli
383109

per uno che usa spesso internet è strano che non sei riuscito a trovare cio che cercavi,ci sono tantissimi posti che hanno i servizi che hai elencato ed altri che non li hanno,per scelta ,ringraziando dio aggiungerei io.ti stupirà sapere che moltissimi turisti,cercano posti come quelli da te criticati e la mia terra,lo scrivo con orgoglio,la mia terra ,è in grado di accontentare gli uni e gli altri,abito in un paese di 1500 anime ed uno dei bar ha l wi-fi libero,rispetto le tue esigenze ma non accetto critiche inutili visto che tu hai scelto di andare in vacanza in una zona dove non avevano quello che cercavi,non ti ha costretto nessuno e non te lo ha ordinato il medico,quindi se devi criticare critica te stesso per la cattiva ,tra virgolette,scelta fatta,anche perchè da quanto ho letto ne deduco che 1 non eri mai venuto prima in sardegna,2 conosci della sardegna solo la zona che hai visitato quindi mi pare un tantino fuori luogo esordire con cara sardegna,non sai nulla della sardegna e non sai nulla dei sardi,ed è un peccato,per te,magari alzando un attimo il naso dal tuo tanto amato internt avresti avuto modo di capire che la sardegna non è solo mare,ne tanto meno wi-fi ne bancomat,ma non voglio certo spiegare a chi non è interessato cosa realmente è la mia terra,forse potrebbero spiegarti meglio le migliaia di persone che tornano da decenni,che qui hanno lasciato il cuore dalla prima volta che hanno messo piede questa magica terra,e mi dispiace contraddire chi afferma che la sardegna non è speciale,lo è, ma solo agli occhi di chi ha avuto modo di conoscerne la sua gente,le sue usanze e la sua cultura ,e solo per dovere di cronaca <Tiscali è stata fondata nel gennaio 1998 a Cagliari da Renato Soru, in seguito alla deregolamentazione del mercato telefonico italiano. L’azienda deve il suo nome all’omonimo monte sardo, in cui sono presenti i resti di un villaggio nuragico risalente al VI-IV secolo a.C.Dal marzo 1999 (da giugno in tutta Italia) Tiscali ha offerto l’accesso gratuito a Internet, denominato Tiscali Free Net[3], spingendo da quel momento tutti i provider italiani ad abrogare l’abbonamento fisso di circa 200 000 Lire l’anno, contribuendo quindi alla diffusione di massa in Italia della rete Internet.>

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.