This story is unavailable.

Più passano i giorni e più sono convinto di sostenerti!

PS: noi ci siamo! Vogliamo un Matteo combattivo, come lo è stato anche lunedì in direzione nazionale, vogliamo un Matteo che prima della poltrona (e lo ha dimostrato non di essere attaccato alle sedie) mette in primo piano il bene dell’Italia e dell’unità del PD.

Caro Matteo,

se il PD oggi è così diviso la colpa non è tua, ma di coloro (che pur essendo ex dirigente del PD) il 4 dicembre hanno detto NO facendo anche campagna referendaria a sostegno del PD usando impropriamente il simbolo del Partito Democratico, ma ciò che ancora di più non ho gradito e che oggi, nonostante i due messi che ormai sono passati, è stato il brindisi all’interno della sede del Ns partito durante la proclamazione della vittoria del no.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.