Perché il “Manifesto della comunicazione non ostile” non mi piace
Benedetto Ponti
93

Un bel post, che compie uno sforzo notevole nel senso del rigore scientifico, destinato però a commentare un documento che di scientifico ha davvero poco. del “manifesto”, poi, ha conservato soltanto il nome, rispetto alle premesse iniziali. sul perché di questa metamorfosi (la “mediatizzazione” dell’”evento”) mi sono già espresso proprio qui su medium. una volta capito che non eravamo più in una conferenza programmatica, ma in un evento mediatico, non ho avuto problemi ad approvarlo come si approva un volantino da consegnare ai ragazzi delle medie, e persino con l’asterisco :)

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Antonio Pavolini’s story.