Virus: è arrivato il momento dell’audacia

Undici cose che ho capito su questo momento.

Visti dall’alto, foto NASA via

Questo articolo è uscito originariamente su «La Repubblica» del 26 marzo 2020.

The horse in motion (via)

UNO

DUE

TRE

L’umanesimo diventerà la nostra prassi quotidiana e l’unica vera ricchezza: non sarà una disciplina di studi, sarà uno spazio del fare che non ci lasceremo mai rubare. Guardate la furia con cui lo desideriamo ora che un virus l’ha preso in ostaggio, e vi passerà ogni dubbio.

QUATTRO

CINQUE

Ci hanno sfidato a un videogame, e noi abbiamo mandato a combattere degli scacchisti. Siamo esattamente in bilico tra un mondo e l’altro. È una posizione scomodissima.

Athletes running (via)

SEI

Foto di Jorge Salvador (via)

SETTE

OTTO

La nostra agenda dovrebbe essere dettata dalla voglia, non dalla paura. Dai desideri. Dalle visioni, santo cielo, non dagli incubi.

NOVE

C’è un’inerzia collettiva, dentro a quella apparente sproporzione, un sentimento collettivo che tutti contribuiamo a costruire: abbiamo troppa paura di morire.

DIECI

Foto di Martin Sanchez (via)

UNDICI

Certe cose cambiano con un movimento di torsione violento, che fa male, e che non pensavi di poter fare.

This isn't a fake.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store