Basta Italia! pensiamo all’Inter

Archiviata l’amara parentesi azzurra, dove ahimè, il Mancio non ha avuto il tempo di costruire una squadra all’altezza di Polonia e Portogallo, torniamo a concentrarci sul mondo nerazzurro.

A ore, infatti, rientreranno tutti i nazionali in giro per il mondo e sarà tempo di ripartire da dove eravamo rimasti! Ovvero dal rotondo 3–0 inflitto al Bologna di Superpippo Inzaghi.

Solo Lautaro Martinez non sembra ancora del tutto recuperato dal problemino alla gamba sinistra, mentre il suo compagno di reparto Maurito Icardi, dovrebbe iniziare a sgambettare con i compagni, ma molto probabilmente partirà dalla panca anche sabato contro il Parma a San Siro.

Guai a mettere in discussione lo stato di salute del ninja, mai così pronto e voglioso di tornare in campo dal primo minuto nel suo nuovo stadio.

Abbiamo bisogno dei tre punti! E dobbiamo conquistarli, costi quel che costi. Vietato pensare al Tottenham fino alle ore 17.30 di sabato prossimo. Il Parma, non è affatto una pessima squadra, sono organizzati e lo si è visto contro la Juve, che se fosse rimasta in 10 per l’espulsione del solito Pianjc, che invece a quanto pare, ha l’immunità al cartellino rosso, avrebbe persino faticato a vincere contro gli emiliani.

Gervinho, è un giocatore che non è finito come la maggior parte della critica pensava, ed è ancora in grado di portare scompiglio in tutte le retroguardie avversarie. Anche Di Gaudio è un folletto da tener d’occhio, e poi, non dimentichiamoci del nuovo acquisto Inglese, ormai attaccante esperto e completo. Insomma, è chiaro che sarà una battaglia e che anche sabato ci sarà da soffrire, ma noi dell’Inter, abbiamo un dovere! Onorare i colori che ci portiamo addosso. E onorarli, vuol dire solo una cosa: VINCERE!