Giornali che sbagliano ed errori che non sono altro che errori
Francesco Zaffarano
184

bene, prendiamo atto, grazie mille — il problema della disinformazione delle “grandi” testate nostrane sulla cannabis, giusto per restare sullo specifico, risale pero’ ai primi anni ‘70 (sull’onda delle politiche proibizioniste imposte dagli Usa al resto del mondo, senza dati reali alla mano) e non e’ che sia migliorato granche’ in questi 50 anni…basti vedere lo spazio sempre concesso a Giovanardi & co., le colpevoli assenze di rilanci adeguati sulle nuove policy anti-proibizioniste e sulla legalizzazione della cannabis medica in Usa e altrove… insomma, non si tratta di questo semplice “errore” de La Stampa, bensi’ di posizioni a dir poco assurde mantenute e confermate dalla gran parte dei “grandi” media italiani ancora oggi, senza contare che a forza di “errori”, refusi seguiti da rettifiche spesso minute e veloci, disattenzioni sparse e quant’altro non e’ che poi ci vuole molto a passare alla disinformazione, cosciente o meno, e pur se oggi lettori e utenti la sgamano al volo questa disinformazione strisciante, per fortuna, cio’ non vuol dire che “giornalisti ed esperti” in questione non debbano fare un pubblico mea culpa e anzi vadano bacchettati a dovere, visto il pulpito da cui parlano…

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.