5 lezioni sul giornalismo che ho imparato dai social media
Carola Frediani
21816

thanks della riflessione, carola. anche “di pancia”, come’e giusto che sia — nei tanti spunti fra le righe, io ci leggo la conferma che cambiare il sistema dall’interno e’ praticamente impossibile, ieri come oggi, e soprattutto in sistemi in fondo chiusi come il giornalismo mainstream italico (e commenti/repliche gia’ confermano a tutti che vigono comunque scelte editoriali, e/o della proprieta’ e/o politiche, ben precise, dalle breaking news alla gestione social), mentre e’ un po’ (o tanto) diverso in altri paesi/ambiti, vedi alcuni esempi che citi; e comunque punto cruciale e’ la tua conclusione: non esiste un’unica soluzione vincente, vanno messe insieme esperienza, persone e strategie diverse, vince l’hands-on e la collaborazione trasversale — elementi che, again, fanno a pugni con un sistema giornalistico chiuso come quello nostrano, e quindi per (provare davvero a) cambiare le cose dobbiamo insistere con testate/progetti indipendenti di nome e di fatto…ma effecinque non vuole proprio fare il grande passo, eh? :)

Like what you read? Give bernardo parrella a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.