Comprarsi Twitter è un’idiozia patetica
Marco Solieri
33

Grazie Marco per l’esposizione chiarissima, corretta ed adamantina.

Pero’ dal mio punto di vista questo tipo di ragionamento parla del dito, non della luna.

Il problema non e’ l’uso compulsivo dei social gestiti da grandi corporation che fanno brutte cose (verissimo).

Il problema e’ la dipendenza dai social, che sono a tutti gli effetti una droga pesante.

Dipendi da un pusher. Influenza negativamente la tua vita. Perdi di vista la realta’. La semantica si offusca e non sei piu’ in grado di esprimerti in termini classici e sequenziali.

Se la chiamassimo “Eroina” invece di “Social” stai giustamente proponendo di eliminare il pusher e liberalizzare. Giustissimo.

Ma quello e’ un passo nella giusta direzione. Il problema e’ disintossicare ed eliminare la dipendenza. Perche’ e’ di un mondo di drogati con droghe pesanti e che danno dipendenza che stiamo parlando.

Dal fatto che uso gli apici e non le accentate avrai sicuramente capito subito che anche io sono un vecchio talebano della Rete.

Grazie ancora per il lucidissimo pezzo.

Like what you read? Give Marco A. Calamari a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.