SOGNO SALATO

Clara non voleva certo che tutto finisse così, ma non era stata abbastanza attenta e tutto le è sfuggito di mano…

Aveva dato importanza ai dei sentimenti e non aveva ascoltato le sagge parole di tutti quelli che volevano evitarle dolori e tristezze inutili.

Aveva scelto di vivere con quell’uomo che non le voleva bene ma per una strana forma di attrazione nei suoi confronti lo aveva seguito e anche amato…

Ora lui non viveva più con lei, l’aveva lasciata e si era trasferito lontano, in un altro continente.

Le aveva scritto un sms dicendole che in Australia cercavano cuochi e lui sarebbe partito.

Erano passati 6 mesi e di lui non aveva saputo più niente! Dopo un dolore acuto, come quando ti portano via una parte di te, lei si era ripresa e di lui le erano rimasti solo oggetti. Era come non fosse mai esistito.

Era incredibile constatare come tanta fatica e una dedizione quotidiana durata anni fosse sfumata, sbiadita, come non vissuta…

Clara stava vivendo una nuova esistenza da single e adesso sembrava anche più bella e allegra.

Apriva la sua casa agli amici e organizzava e partecipava a feste e cene ..

Una sera, mentre stava leggendo un libro accovacciata sulla sua poltrona preferita, sente girare la chiave nella toppa e si trova davanti come un’apparizione lui, con il suo sorriso sornione.

Si sente un tonfo nel cuore e la prende la voglia di fuggire, ma al contempo non riesce nè a parlare, nè a muoversi. Lo guarda e non le sembra di vederlo ma si confonde e non capisce se è vero o no.

Lui le va incontro, la bacia sulla guancia e le chiede dolcemente come sta, si siede vicino a lei e comincia a raccontarle una storia che si svolge in un paese lontano di un cuoco partito dall’Italia per lavoro e della sua nostalgia per una donna cara e gentile che lui non aveva capito quanto gli volesse bene. Ed ora era lì, per stare per sempre con lei.

Lei appoggia la testa sulla spalla di lui e piano piano al suono delle sue parole chiude gli occhi e si addormenta.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.