#dallapartedelSole, Ciconte: racconto a più voci fondamentale

Quando negli anni ’70 vivevo a Torino ed ero un giovane comunista, leggevo il Sole 24 Ore perché per me era come dire la controparte. Lo leggevo per capire e conoscere quello che per noi comunisti era il mondo dei “padroni”. Il Sole 24 Ore oggi è importante per le stesse ragioni che lo rendevano tale cinquant’anni fa. Perché un racconto a più voci della realtà è fondamentale, come lo è la vivacità delle idee, la ricchezza dell’informazione. La vera domanda è allora? Ma se sparisce Il Sole 24 Ore quel mondo che in quelle pagine ho trovato espressione dove avrà più una voce? Anzi avrà più una voce?

Enzo Ciconte, storico