La Carta di Milano: espansione del diritto alla nutrizione attraverso la sostenibilità ambientale e l’equità

La Carta di Milano è un documento redatto durante Expo Milano 2015, il cui scopo è sottoscrivere e diffondere gli impegni che i cittadini e le imprese possono assumersi per arginare le problematiche riguardanti la malnutrizione e la disponibilità di cibo in alcune parti del mondo.

Questo documento può essere definito come un “manifesto collettivoche cerca di sensibilizzare le persone sul tema principale “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita al fine di educare ognuna di essi a evitare gli sprechi giornalieri.

Gli obiettivi perseguiti della Carta di Milano sono:

- affermare le responsabilità delle attuali generazioni di mettere in atto azioni, condotte e scelte che garantiscano la tutela del diritto al cibo anche per le generazioni future;

- costante impegno a sollecitare decisioni politiche che consentano il raggiungimento dell’obiettivo fondamentale di garantire un equo accesso al cibo per tutti.

Gli ideali, solide basi sulle quali è nata la Carta, possono essere sintetizzati nel seguente modo:

- tutti hanno diritto ad accedere a una quantità sufficiente di cibo sicuro, sano e nutriente che soddisfi i bisogni alimentari personali durante l’arco di vita;

- il cibo ha un forte valore sociale e culturale;

- le risorse vanno sfruttate in modo equo affinché non si avvantaggi qualcuno a scapito di altri;

- la corretta gestione delle risorse idriche deve tenere conto del rapporto tra acqua, cibo, energia al fine di garantire il diritto al cibo alla società.

Una delle tante sfide dell’umanità, agevolata da quanto sottoscritto in tale documento è rappresentata dalla possibilità di favorire condizioni di accesso al cibo nei contesti a forte urbanizzazione anche attraverso processi inclusivi e partecipativi con il supporto di nuove tecnologie.

Per far fronte alle sfide alimentari presenti e future, è indispensabile adottare un approccio sistematico che monitori i problemi sociali, culturali, economici e ambientali.

Per ulteriori chiarimenti e approfondimenti a riguardo, è possibile visitare il sito internet: http://carta.milano.it/it/.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.