Camden Town Brewery venduta al più grosso colosso della birra mondiale. 4 insegnamenti.

La storia è nota il marchio di birra artigianale Camden Town Brewery attivo con 3 venues a Londra e 4 linee di birra è stata acquisita da AB Inbev il gigante della produzione di birre tra le quali le super famose Stella e Corona.

L’acquisizione si è conclusa a dicembre ad una valutazione di £85mln. La cifra non è particolarmente alta per un settore dalle dimensioni enormi e dove e i deals di solito hanno uno o due zeri in più.

a tutta birra

La notizia è che molti investitori, 2173 per l’esattezza, hanno fatto un ritorno di circa il 70% in 8 mesi. Camden Town Brewery è una delle primissime storie di successo di una piattaforma di crowdfunding Europea.

La campagna era stata attiva su Crowdcube, portale leader Europeo, e si era conclusa in estate con £2.75mln di raccolta ad una valutazione dell’azienda di circa £50mln.

3 insegnamenti che questa storia ci racconta:

Go big or go homenon è la sola strategia d’investimento. Per anni ci siamo sentiti dire che il venture capital ha senso solo per investimenti in digital. Bene, fiumi di birra hanno dimostrato che esistono altre strategie di investimento che il crowdfunding agevola.

“Show me the money”: il crowdfunding è un vero strumento di investimento con tanti limiti ancora da superare, ma se usato con cautela, come in generale è buona regola quando si tratta di soldi, si possono ottenere dei ritorni interessanti.

“Tanto tuonò che piovve”. Le piattaforme UK sono un riferimento per il settore dell’equity crowdfunding, stavano disperatamente aspettando un exit ed eccola arrivare: Seedrs, Crowdcube e Crowdbnk sono ottime piattaforme gestite da un management serio che sta disegnando la traiettoria di questo settore. L’arrivo di un exit così è una buona notizia per Crowdcube e lo è al contempo per i suoi competitors.

one more thing….

Sono le valutazioni del crowdfunding esagerate, magari gonfiate dall’SEIS? Forse sì, ma fin quando tutti ballano, la musica è alta e l’alcol scorre, a chi interessa?

— —

Nota bene: Come iStarter, acceleratore Italiano a Londra di cui sono managing director, lavoriamo continuamente con i principali players citati nell’articolo. Se interessati a saperne di più simone@istarter.co.uk o twitter @cimminelli

Like what you read? Give Simone Cimminelli a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.