Perchè stare attenti al fai da te, in palestra e fuori (parte 2)

Allenarsi senza costanza

Meglio muoversi che non muoversi, questo è ovvio, ma l’ideale sarebbe muoversi tutti i giorni: cercate di trovare un vostro equilibrio con il numero di sedute di allenamento settimanali, che sia sostenibile nel lungo periodo e non solo nel primo mese per poi trovarsi costretti a procedere a singhiozzo o addirittura a smettere. I risultati che si ottengono con un programma di allenamento costante saranno sicuramente di gran lunga maggiori.

Aver paura della sofferenza

Soffrire un po’ è la base di ogni allenamento, ciò che porta a un adattamento e quindi a un risultato. Senza un po’ di sacrificio i risultati non si ottengono. Sempre e solo calorie. Non prestate troppa attenzione alle calorie bruciate che la macchina vi indica, ognuno in base alla sua costituzione e al suo grado di allenamento brucia un numero diverso di calorie a parità di programma. Imparate piuttosto ancora una volta ad ascoltare il vostro corpo e a guardare il cardiofrequenzimetro.

Fare solo allenamento cardio o solo pesi

Sia che voi vogliate dimagrire, tornare in forma o prepararvi per una prestazione sportiva è importante mischiare allenamenti cardiovascolari alla pesistica, con un’alternanza che varia in base ai vostri obiettivi ovviamente.

Non curare l’alimentazione

Allenamento e alimentazione sana vanno di pari passo e per ottenere i risultati migliori bisogna evitare di abbuffarsi dopo una sessione intensa o peggio ancora mangiare nel modo sbagliato prima di una prestazione. Trovare la strategia di nutrizione migliore (sempre con il consiglio di un professionista del settore) per il vostro caso è un passo indispensabile da abbinare alla vostra frequenza in palestra.

Non idratarsi sufficientemente

Bere acqua e integrare sali minerali è molto importante per un’attività fisica di qualità, basti considerare quanta acqua perdete dopo un’ora di allenamento. Arrivare disidratati dopo aver perso molti sali riduce la performance e può essere un fattore di rischio per crampi e/o infortuni.

Esagerare troppo

Iniziamo col dire che l’attività fisica (meglio ancora se adattata) fa bene, mentre quando parliamo di sport non troviamo sempre e ugualmente tutto questo benessere. Allenarsi troppo, troppo intensamente e troppo spesso senza ricorrere ad altre metodiche di compenso come ad esempio integratori, meditazione, massaggi, reflessage, ecc. può portare il vostro corpo (e la vostra mente) verso uno stress eccessivo e di conseguenza divergente dalla vostra condizione ideale di salute (superallenamento o sovrallenamento).

Siete ancora per il fai da te? Vi aspetto

info@interamniaclub.it

Prof Giuliano Rossi

Like what you read? Give Club Interamnia a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.