#SummerReading - Un libro da gustare: Appunti di meccanica celeste — Domenico Dara

Sulla cartina dell’Italia, Girifalco è un piccolo puntino rosso al centro dell’istmo di Catanzaro, il punto più stretto della penisola italiana. È un piccolo paese di 5.945 abitanti dalla quale non si vede il mare.

Proprio in questo piccolo pesino vivono i personaggi di Appunti di meccanica celeste, edito da Nutrimenti edizioni e candidato all’edizione appena conclusasi del Premio Strega. Le vite di Lulù ‘u pacciu, Cuncettina ‘a sicca, Archidemu lo stoico, Mararosa la mala, Don Venanziu l’epicureo, Rorò la venturata e Angeliaddu pilujancu si consumano per le strade di questo paese, delimitato da un lato dal manicomio, e dall’altro dal cimitero.

Durante i giorni della festa di Santu Ruaccu, solenne per gli abitanti di Girifalco, arrivano in paese gli Engelmann, che portano il loro circo, le loro acrobazie e le loro genti.

Sarà l’inizio di uno scombussolamento strano per i cirifarcùati, una ventata fredda in una calura estiva, che porterà a galla ricordi, speranze, vecchi rancori e rispolvererà amori antichi. Perché ogni girifalchese ha la sua storia, e per qualche strana congiunzione astrale, per qualche strana meccanica inspiegabile durante questo agosto infuocato tanti piccoli pezzi di puzzle di sistemeranno per sempre, pur non sistemandosi mai.

La curiosità:

Questo è un testo prettamente verghiano, che mescola in sé due idiomi: la lingua italiana e il dialetto calabrese. Per l’autore Domenico Dara, che ho incontrato la prima volta in occasione della presentazione a Il mio libro, La scatola Lilla di Cristina Di Canio, questa è stata una vera e propria sfida che però è riuscito a divertirlo. Lui è un autore fresco, simpatico e frizzante, ha una voce vellutata ma ti racconta delle storie magiche. Sebbene la casa editrice gli chiese di smorzare i toni calabresi all’interno del testo — che, a suo avviso, erano troppi — , Domenico ha deciso invece di mantenere intatta la stesura del romanzo.

Quanto costa: 19,00 €

16,15 € su IBS.it con sconto 15% (clicca qui per acquistarlo subito)

La frase: «Gli ripeteva spesso una frase che non dimenticò mai: stare sul filo è vivere, tutto il resto è aspettare»

Un super grazie speciale a tutti gli amici calabresi che hanno sempre risposto ai miei appelli quando non capivo qualcosa nel testo. Ho chiesto all’autore cosa significhi la parola scentìna e lui ancora non ha avuto il tempo di rispondermi, ma lo sapremo a breve!

Special song

The scientist — Coldplay