se questa è rappresentanza

ci risiamo, gli italiani chiedono in maggioranza un provvedimento legislativo e il parlamento bellamente se ne frega.

quale rappresentatività ha un parlamento che di legislazione in legislazione fa solo quello che interessa a se stesso e ignora le più basilari istanze provenienti dal popolo che lo ha eletto?

ci riferiamo a riforme semplici quanto ovvie come:

  • abolire o quantomeno calmierare le rendite di posizione nei settori professionali a numero chiuso (notai, farmacisti, taxisti …)
  • tassare e controllare la prostituzione
  • tassare e controllare le droghe leggere
  • parificare il dare e l'avere per tutte le regioni d’Italia ivi comprese le regioni a statuto speciale
  • eliminare gli assurdi e iniqui privilegi che la politica nel tempo si è riservata come ad esempio gli stipendi e le pensioni d’oro o il tanto odiato trattamento pensionistico agevolato dei parlamentari e dei consiglieri regionali (l’ex vitalizio)

ultimo ma certamente non meno importante un tema intimo e personale sempre più sentito dalla stragrande maggioranza dei cittadini italiani: la libertà di decidere il proprio fine vita.

gli italiani sono favorevoli all'eutanasia e a una legge sul fine vita ma l’immobilismo dell’intero arco parlamentare è sconcertante.

con il centro destra dichiaratamente schierato contro l’eutanasia e il centro sinistra impegnato in una ridicola e ipocrita melina tesa a rimandare al giorno del poi e all’anno del mai la discussione della proposta di legge sul testamento biologico che timidamente la sinistra ha formulato.

e il Movimento 5 Stelle? beh loro sono contrari. a cosa? ancora devono decidere.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Crisi Finanziaria’s story.