Cinque ossessioni del 2015 che mi porto nel 2016
Donata Columbro
629

Bel post, Donata, di cui condivido soprattutto i punti 3 (che ho vissuto sulla mia pelle nell’ultimo anno) e il 4.

In particolare, credo che questa fiducia insieme a una dose massiccia di onestà intellettuale sia la cifra dei freelance di oggi. Tu candidamente racconti, tra le righe, i problemi che hai avuto e anche che aprirai partita Iva in un mondo di lavoratori dipendenti in cui si tende a nascondere quale sia il proprio stipendio o a non dire quanto a volte si sta male in un determinato contesto perché “l’azienda viene prima di tutto”.

Ma l’azienda è fatta anche dai dipendenti. Mi dà sempre da pensare come, in questi ultimi anni, in nome di una crisi di cui vediamo solo il lato nero, ci stiamo dimenticando tutte le lotte sindacali e le conquiste fatte anni fa.

Nei freelance vedo tanto sconcerto a volte, ma anche la vera collaborazione, la vera sharing economy di cui abbiamo parlato io, Rosy, Silvia Giovannini, Rosa Giuffré e Sharon Sala [ADVsha] al Glocal News.

Spero di conoscerti presto dal vivo visto che da tempo sento parlare bene di te.

E continua con le tue ossessioni!

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Cristina Maccarrone’s story.