Diario olimpico

di Mario Bocchio

Festa Settebello, batte il Montenegro 12–10 e vince il bronzo: 27esima medaglia per l’Italia

Il Settebello

Il Settebello supera il Montenegro 12–10 e conquista il bronzo a Rio 2016. La Nazionale maschile di pallanuoto, grazie a una prestazione di forza, sale sul podio a cinque cerchi regalando all’Italia (foto Mezzelani/GMT) la 27esima medaglia nella XXXI edizione dei Giochi Olimpici Estivi (considerando quella sicura che garantirà l’Italvolley nella finale per l’oro con il Brasile in programma domani). La finale per il terzo posto è aperta nel primo quarto dall’uno-due firmato Gallo e Presciutti (2–1), nel secondo (3–3) gli acuti di Gallo, Figlioli e Presciutti mantengono invariate le distanze, mentre nel terzo periodo ancora Gallo, Nora e una doppietta di Presciutti consentono agli azzurri l’allungo decisivo (4–3). Lo scatenato Presciutti firma altre due reti a inizio quarto, spegnendo le residue velleità montenegrine, Aicardi mette il sigillo. E’ festa tricolore. Il bronzo premia il lavoro profuso da Sandro Campagna nella gestione e nel rinnovamento del gruppo. E’ l’ottava medaglia olimpica per il Settebello (reduce dall’argento di Londra 2012), il terzo bronzo della storia dopo quelli di Helsinki 1952 e Atlanta 1996.

L’argento Daniele Lupo portabandiera azzurro nella cerimonia di chiusura di Rio 2016

Daniele Lupo

Sarà Daniele Lupo il portabandiera dell’Italia Team nella cerimonia di chiusura dei Giochi di Rio 2016. L’azzurro, in coppia con Paolo Nicolai è stato protagonista ieri nella finale con i brasiliani Alison e Bruno Schmidt, in cui ha conquistato uno storico argento per l’Italia. Si tratta, infatti, della prima medaglia olimpica azzurra da quando il beach volley è diventato disciplina olimpica, 20 anni fa ad Atlanta. A scegliere l’alfiere azzurro, che sfilerà allo stadio Maracanã domenica 21 agosto (a partire dalle ore 20:00 locali, l’1:00 italiana), è stato il presidente del Coni, Giovanni Malagò.

I risultati degli Azzurri

Farfalle in finale a squadre, De Luca (Pentathlon) e Trost (Atletica) quinti

Riccardo De Luca

CANOA KAYAK: Sesto posto per Manfredi Rizza nella finale K1 200. L’azzurro ha chiuso in 36.000 a + 0.803 dal vincitore della medaglia d’oro, il britannico Heath. Sesto posto, nella Finale B, per il K4 1000 — Mauro Crenna, Giulio Dressino, Alberto Ricchetti e Nicola Ripamonti — che ha tagliato il traguardo in 3:14:399.

GINNASTICA: Dopo la prima rotazione, le Farfalle della ritmica — Martina Centofanti, Sofia Lodi, Alessia Maurelli, Marta Pagnini e Camilla Patriarca — occupano la 5ª posizione grazie al 17.516 ottenuto nell’esercizio dei 5 nastri, nella qualificazione a squadre All-Around. Domani l’Italia scenderà in pedana per la prima rotazione (nastri) alle ore 11:15; nella seconda rotazione (cerchi e clavette) alle ore 12:05.

TRIATHLON: Le azzurre Charlotte Bonin e Annamaria Mazzetti concludono rispettivamente al 17° (2h:00:48) e 29° posto (2h01:53).

GINNASTICA: Dopo la seconda rotazione (cerchi e clavette), le Farfalle chiudono al 4° posto (35.349) e approdano in finale nell’All-Around a squadre.

PALLANUOTO: Il Settebello supera il Montenegro 12–10 e conquista il bronzo a Rio 2016. La finale per il terzo posto è aperta nel primo quarto dall’uno-due firmato Gallo e Presciutti (2–1), nel secondo (3–3) gli acuti di Gallo, Figlioli e Presciutti mantengono invariate le distanze, mentre nel terzo periodo ancora Gallo, Nora e una doppietta di Presciutti consentono agli azzurri guidati da Sandro Campagna l’allungo decisivo (4–3). Lo scatenato Presciutti firma altre due reti a inizio quarto, spegnendo le residue velleità montenegrine, Aicardi mette il sigillo. E’ festa tricolore.

MOUNTAIN BIKE: Eva Lechner chiude la sua prova al 18° posto in 1h:38:45.

GOLF: Giulia Molinaro chiude 53ª (300, +16), mentre Giulia Sergas è 55ª (302, +18).

PENTATHLON: Riccardo De Luca ha realizzato ha raggiunto il 5° posto nella classifica finale con 1467 punti mentre Pier Paolo Petroni ha chiuso 24° con 1397. De Luca ha migliorato il piazzamento ottenuto ai Giochi Olimpici di Londra 2012 (9°) sfiorando il podio per soli due secondi di ritardo nella prova finale del combined.

ATLETICA: Alessia Trost ha concluso la gara di salto in alto al 5° posto. L’azzurra, dopo aver superato al primo tentativo prima 1,88 e poi 1,93, non è riuscita a migliorare il prorpio primato stagionale (1,95) con l’asticella a 1,97. Desiree Rossit si è fermata invece su 1,93 chiudendo al 16° posto. Sesto posto per la staffetta 4x400 azzurra. Maria Benedicta Chigbolu, Maria Enrica Spacca, Ayomide Folorunso e Libania Grenot hanno fermato il cronometro sul 3:27.05 nella finale vinta dagli Stati Uniti, davanti a Giamaica e Gran Bretagna.

(Fonte: Coni)

Le Olimpiadi in tempo reale

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Crpiemonte’s story.