Nuove esigenze, nuove formule

I beauty trend rilevano una crescente influenza di prodotti tipici dei paesi asiatici sui mercati occidentali, in particolare di paesi come Giappone e Corea. Questa tendenza è già in atto da qualche anno con l’imponente entrata delle alphabet cream, BB e CC cream, sul mercato e nelle abitudini dei consumatori e si sta estendendo a prodotti come i cushion compact, creme rinfrescanti viso e corpo, creme gel a base acquosa utilizzate come struccanti e per la cura dei capelli, maschere viso e ad uso specifico per la notte.

Di fatti l’estrema ricercatezza di un incarnato perfetto, tipica di questi paesi, ha dato vita negli anni a prodotti di grande successo, ne sono un esempio i fondotinta minerali, la cipria invisibile e la oggi assai virale black mask.

http://blog.cliomakeup.com

Il mercato coreano è leader nell'ideazione di questi prodotti, ricerca ed indaga continuamente soluzioni che possano soddisfare queste esigenze, studiando a fondo principi naturali e reazioni chimiche. Ultima moda lanciata è quella della Carbonated Bubble Clay Mask del brand Elizavecca: una maschera delicata, adatta a tutti i tipi di pelle, che si ispira all'ossigenoterapia, il trattamento tanto amato dalle star hollywoodiane per rendere radiosa la propria pelle.

http://thepointofvu.blogspot.it

Make Up Forever ha dato poi una propria interpretazione a questa tendenza, realizzando in seguito dell’affermazione degli schermi in HD una linea di prodotti in grado di garantire un risultato ottimale per l’alta definizione. Ma le tecnologie si evolvono e la casa cosmetica francese ha prontamente risposto ideando una formula avanzata definita ULTRA HD che risulta invisibile alle telecamere in 4K e ad occhio nudo.

Ma l’innovazione è dirompente e i trucchi delle celebrities ancora una volta sono fonte di ispirazione, con una tecnica di make up derivante dal body painting, hanno dato vita a quello che viene definito l’airbrush make up. Grazie all'aerografo è infatti possibile nebulizzare particolari formulazioni che consentono di ottenere una resa dei pigmenti in alta definizione, grande compattezza ed omogeneità d’incarnato, senza contare la luminosità dei colori nettamente superiore a quella riproducibile con le tradizionali polveri e pennelli. Questa moda nata oltreoceano ha già iniziato a diffondersi anche in Italia con diversi corsi.

Ma la ricerca della perfezione non è l’unica esigenza alla quale devono rispondere le case cosmetiche, l’affermarsi della cultura vegana ad esempio sta influenzando le formulazioni di alcune linee, per non parlare della sensibilità sempre maggiore verso l’ambiente e della presenza di alcuni componenti.

https://www.wyconcosmetics.com/it

I cosmetici continueranno infatti ad evolversi insieme alla società e loro composizioni ne rifletteranno i cambiamenti e le esigenze.