E..state in forma

Piccolo manuale di consigli pratici per migliorare il vostro corpo anche in vacanza.
Scritto da Dario Biglietto

L’estate è arrivata così come la fatidica prova costume.

Spero che tutte l’abbiate superata?

Se così non fosse, beh che dire mi dispiace, sarà per l’anno prossimo, mi raccomando muovetevi nei tempi giusti.

Per quelle che invece sono riuscite a raggiungere il loro obbiettivo c’è da dire solo brave, siamo felici per Voi, ci rendete davvero orgogliosi quando mostrate il vostro splendido corpo in spiaggia o in altre occasioni, sapendo che abbiamo contribuito in parte anche noi.

Ora però non ci rilassiamo troppo.

É vero che il risultato è arrivato, è giusto che vi rilassiate, che mangiate e beviate un po’ alla cacchio, però attente per due motivi:

  1. Perdere la forma ci si mette un attimo, 10 giorni fatti male e gran parte del lavoro, quello più duro tra l’altro, va farsi benedire;
  2. Quando ritornerete dovete riprendere tutto da zero e sarebbe un peccato visti i risultati e le basi che abbiamo posto quest’anno.

Allora seguitemi ho dei consigli e qualche chicca per voi.

Non preoccupatevi, nulla di particolarmente faticoso, anzi spesso sono accorgimenti piacevoli e che vi faranno mantenere ed addirittura migliorare la vostra forma, per tutto il periodo delle vostre vacanze, facendovi così inviare un po’ da tutte.

Dimenticavo, anche a quelle di voi che non ci hanno seguito alla lettera, o per niente, e che non hanno, ovviamente raccolto i frutti del loro lavoro, è rivolto questa piccola guida, in questo modo ritornerete dalle vacanze più in forma e senza stress.

Sia ben chiaro però se al rientro non vi vedo tutte da Reflow per programmare la vostra silhouette, BRUCERETE ALL’INFERNO PER L’ETERNITÀ.

Alcuni dei nostri consigli possono sembrarvi delle ovvietà, lo sappiamo ma REPETITA IUVAT, altri invece li troverete davvero innovativi, delle piccole chicche che senza stress vi aiuteranno a mantenere forme perfette.

Iniziamo? Ok allora SI PARTE:

  1. Movimento.
     
    So bene che durante le vacanze di fare sport non se ne parla proprio, e non vi chiedo questo, ma vi chiedo di concedervi delle belle passeggiate in acqua con le amiche oppure il compagno, infatti sia il cammino che la resistenza fatta dall’acqua generano un sforzo piacevole e costante che migliora i vostri tessuti, tonificandoli e rinforzandoli In realtà la passeggiata andrebbe fatta con l’acqua che arriva almeno alla vita, così da sfruttare questa resistenza sulle zone più critiche per i depositi della cellulite. Voglio ricordarvi che il movimento unito all’azione dell’acqua crea anche un’aumento del circolo venoso profondo e superficiale, e noi sappiamo bene quanto sia importante per il miglioramento della cellulite il microcircolo. Ma l’acqua di mare svolge anche altre azioni significative sulla vostra cellulite (e qui entriamo nelle chicche), infatti l’acqua marina, essendo una soluzione salina, richiama tutti i liquidi in eccesso che si venuti a formare nelle gambe e nei glutei che attraverso la pelle che funge da membrana, attraverso un processo chiamato osmosi. Non ci vuole un genio per capire che perderemo liquidi in eccesso senza nemmeno accorgercene. Inoltre lo iodio contenuto in essa ci permette di rivitalizzare e stimolare il metabolismo, ergo, quel bel gelato la sera prima, quella cenetta così speciale verrà smaltita con più facilità e senza stress.
  2. Abbronzatura: 
    Che tasto dolente per voi donne che stareste sdraiate ore ed ore al sole per avere quel bel colorito tanto agognato durante tutto l’anno. 
    Attenzione però, l’abbronzatura va bene ma l’esposizione al sole va moderata e modulata. 
     Il primo motivo è quello, ovvio, di evitarvi brutte patologie della pelle. E non aggiungerei altro. Mi soffermerei piuttosto sul secondo motivo, il peggioramento della CELLULITE.
     Troppo calore ed esposizione favorisce la stasi e quindi l’accumulo dei liquidi, la pelle si disidrata, peggiora la circolazione periferica e soprattutto l’esposizione prolungata può provocare un danneggiamento del collagene della pelle fino a renderla meno tonica ed elastica. 
     NOOO, così va a farsi friggere l’effetto boom del vostro corpo! 
     COME FARE ALLORA AD AVERE UN ABBRONZATURA PERFETTA E NON PEGGIORARE LA FORMA? 
    Semplice: esposizione nelle ore meno calde, protezione solare medio-alta sempre (vi abbronzate comunque anche con una protezione, anzi l’abbronzatura sarà più bella ed uniforme), mi raccomando usate sempre un ottimo prodotto, usate sempre una crema dopo sole in modo da idratare e nutrire a fondo la pelle. 
    CHICCA: abbronzatevi in movimento, per esempio mentre parlate con le amiche in piedi o passeggiando, l’esposizione solare oltre a far male di meno alla vostra cellulite sarà più uniforme ed omogenea, evitando l’effetto chiazze da lettino. E NON FATE FINTA DI NON CAPIRE.
  3. Alimentazione: 
     Eccoci, ci siamo arrivati, conosco bene le vostre obiezioni: “uffa anche in vacanza devo stare attenta a cosa mangiare?” 
     Risposta: “Questo era scontato, ma con calma e senza stress”. 
     Preferisci cibi naturali, e per naturali intendo nulla di precofezionato, verdure fresche di stagione e colorate.
    CHICCA.
    Mangia in una giornata 5 tra verdure ed ortaggi di colore differente, infatti ogni colore è sintomo di un diverso apporto vitaminico dell’ortaggio di un beneficio al tuo organismo. 
    Mangia piccoli pasti ma spesso, in modo da tenere il metabolismo costantemente attivo. Preferisci i cibi integrali o non troppo raffinati, evita gli zuccheri bianchi e le farine bianche. 
     Il Prof. Sears (biochimico ed ideatore della Diet Zone) diceva sempre: “solo il piatto è bianco, tutto quello che c’è dentro deve essere colorato”. 
     Non bere il CAFFÉ, non ne hai motivo, perché alzare il livello di cortisolo, sappiamo quanto faccia male alla cellulite (soprattutto se hai letto i miei articoli precedenti), ma poi a che ti serve tutto sto cortisolo, mica devi gareggiare, andare in ufficio o affrontare giornate in cui hai bisogno di essere particolarmente reattiva, al massimo dovrai scegliere tra un pareo o l’altro, ed in ogni caso sarai comunque bellissima. Quando ti concedi uno sfizio, il pasto dopo recupera con uno sano (non il giorno dopo, IL PASTO DOPO), impara a scegliere quale sgarro fare, se prendi il gelato preferiscilo artigianale ed alla frutta.
    CHICCA 2:
    non fare l’errore di usarlo come sostitutivo dei pasti, è uno sgarro conceditelo comunque, sei in vacanza e 100gr di gelato una volta ogni tanto non hanno ucciso mai nessuno, ma soprattutto non lo fanno ingrassare improvvisamente. 
    CHICCA 3: prendi sempre un gusto ai frutti rossi, sono ricchi di polifenoli sostanze utilissime al nostro organismo. 
     Un utile ed indispensabile vademecum su come e cosa mangiare lo potrai trovare qui: http://www.reflowmedicalspa.it/news/piccolo-vademecum-natural-diet/ questo è un piano di consigli alimentari per l’estate sviluppato dalla Dott.ssa Barbara Esposito Vulgo Gigante, che in quanto ad alimentazione naturale, con la sua Natural Diet, è tra i massimi e più rinomati esponenti.
  4. Idratazione.
     Bere, bere ed ancora bere. Sembra banale, ma quante volte in una giornata vi siete poste la domanda: “ma avrò bevuto abbastanza oggi?”, credo rare volte e solo nei momenti critici, ovvero quando vi sentite spossate e disidratate e quando vi vengono i crampi di notte. Non lo sapevate? La maggior parte delle volte che avete i crampi è proprio per questo motivo, NON BEVETE, non apportate idratazione ed la quantità di sali minerali giusta per evitare questo fastidio. 
     Tornando alla cellulite è bene sapere che l’acqua ha un ruolo fondamentale nella sua diminuzione, infatti oltre ad avere tutti i benefici che conosciamo bene, ovvero, idratazione, riduzione della ritenzione idrica e miglioramento della morbidezza e levigatezza della pelle, l’acqua ci fornisce un minerale essenziale per la lotta alla cellulite: il MAGNESIO
    Questo minerale consente una migliore combustione dei grassi, aiuta a eliminare l’acido lattico, causa principale della ritenzione idrica e soprattutto è un regolatore di afflusso di acqua intracellulare. Questa regolazione ci consente di ottenere una migliore circolazione sanguigna periferica (e ormai conoscete alla noia la sua importanza), con una conseguente distensione del tessuto nervoso, favorendo così la stimolazione allo smaltimento dei grassi. 
    CHICCA: da studi scientifici si è stabilito che bisognerebbe scegliere acque con una concentrazione di magnesio superiore a 50mg/La, le cosiddette a acque “magnesiache”. Ovviamente sempre fatta eccezione di persone che hanno difficoltà con questo minerale. 
    CHICCA 2: per idratazione non intendiamo solo l’acqua che bevete! Infatti è importantissimo assumere, sempre come forma di idratazione, acidi grassi polinsaturi. Acidi cosa? Ok, mangiate pesce ed usate solo Olio EVO. Una buona abitudine anche d’estate sarebbe quella di integrare l’alimentazione con gli omega3. 
    CHICCA 3: se volete glutei sodi allora bevete, sempre senza esagerare, latte di capra e succo di limone, ovviamente non insieme. Il latte di capra può essere un ottimo sostituto del latte di vacca che ancora bevete, MALEDETTE, il succo di limone, invece, può essere utilizzato all’interno della acqua comune per darle anche un sapore più freddo e piacevole. 
    Ricettina: bollite mezza radice di zenzero in una pentolino d’acqua, filtrate il tutto, aggiungete il succo ottenuto ad una bottiglia d’acqua ed aggiungeteci il succo di limone con di miele o succo d’agave a piacere (non esagerate max 2 cucchiai), otterrete in questo modo una bevanda detossinante, rassodante, idratante ed anche energizzante. 
    Per altre ricettive tutte da bere con degli effetti splendidi per il vostro corpo e per la vostra salute consultate l’articolo della Dott.ssa Barbara Esposito Vulgo Gigante: http://www.reflowmedicalspa.it/news/piccolo-vademecum-natural-diet/

Detto tutto questo, spero di esservi stato utile, in ogni caso l’uso di questi semplici consigli di sicuro migliorerà la vostra vacanza, vi farà restare in forma in tutto il periodo di giustificata ed agognata inattività, e vi farà invidiare dalle vostre amiche che vi vedranno rimanere in forma anche
concedendovi tutti gli sfizi che vorrete, ma soprattutto non vi vedrò ritornare disperate ed in lacrime per la forma persa, ed avrò un ottimo stato di partenza per farvi raggiungere la perfezione che desiderate.

SE NON VOLETE FARLO PER VOI FATELO PER ME ALMENO. VI PREGO

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.