Come avviare una Startup: 5 linee guida

#1 Conoscere il mercato

Questo è probabilmente l’aspetto più importante: come fai a creare un’attività (online o offline) se non conosci le dinamiche che regolano il tuo settore? Certo, i grandi esperti dicono che non è importante il settore in cui operi, ma il marketing; il problema è che quando poi gli chiedi come acquisire clienti o appunto come avviare una Startup, ti dicono che dipende dal target. Quindi, conoscere il mercato è fondamentale per mettere in piedi una buona strategia di marketing. Con “conoscere il tuo mercato” si intende analizzare ogni elemento, in particolare clienti e concorrenti.

Una volta che hai trovato una lacuna all’interno del mercato, che è semplicemente un desiderio non soddisfatto, puoi passare al livello successivo.

#2 Elaborare una soluzione specifica

Vi siete mai chiesti per quale motivo sono sempre più presenti iniziative commerciali stravaganti? Per “fare notizia” perché, qualsiasi attività, a maggior ragione una Startup, deve distinguersi e introdurre qualcosa di nuovo; in poche parole deve innovare.

Fin qui nulla di nuovo, tutti parlano di innovazione, ma l’innovazione sconsiderata è dannosa. Quello che occorre fare è risolvere un problema specifico con nuovi metodi il cui scopo e portare un vantaggio reale alla clientela.

Possiamo riassumere questo concetto in poche parole: individua una nicchia di mercato.

#3 Creare un prototipo

Conosci il tuo mercato e hai trovato un modo per differenziarti, sulla carta è tutto perfetto quindi che cosa occorre fare? Creare un prototipo con meno risorse possibili, perché anche se teoricamente tutti i pezzi del puzzle sono incastrati perfettamente, solo il mercato può emettere il verdetto finale.

L’obiettivo è quindi quello di capire se tutte le ipotesi che si sono formulate finora sono buone e monitorarle.

Questo è lo stesso principio su cui si basa il lean marketing: invece di spender milioni e anni di lavoro per creare un prodotto perfetto, meglio provare a commercializzare qualcosa di sufficientemente buono.

#4 Raccogliere feedback

Siamo quasi alla fine delle linee guida su come avviare una Startup, ma è a questo punto che si vede la differenza tra un principiante ed una persona esperta, perché anche se si è creato qualcosa che le persone vogliono ed il mercato risponde positivamente ed esso, occorre a questo punto ascoltarlo.

Come è possibile farlo? Ascoltando i clienti e raccogliendo i loro feedback. Ricordi il prototipo che hai iniziato a testare sul mercato? Bene, che cosa dicono i primi clienti? Quali sono i punti di forza e di debolezza del prodotto? Cosa manca e cosa non serve?

Queste sono domande fondamentali per riuscire a completare il prodotto e crearne una versione ottimizzata, da diffondere all’interno del mercato. Per trovare tutte queste risposte è possibile seguire due strade:

  • Chiedere direttamente alla clientela
  • Analizzare il modo in cui usano il tuo prodotto/servizio

#5 Migliora continuamente

C’è un solo concetto che occorre fare proprio, ovvero: tutto è in continuo cambiamento.

Questo significa che i clienti cambiano, il mercato cambia, i competitor cambiano. Questo principio permette alle Startup di crescere e trovare uno spazio all’interno del mercato, ma è lo stesso che può rubare la posizione che si è conquistata con tanta fatica.

Qual’ è quindi la soluzione? Innovare continuamente, cosa possibile solo se si continua a raccogliere i feedback dei clienti e soprattutto, se si implementano velocemente nuovi miglioramenti al servizio/prodotto.

In ogni caso è inutile fare piani a lungo termine ed è molto meglio procedere passo passo, perché ogni volta che si apporta qualche cambiamento la percezione e l’esigenza dei clienti cambia. Quindi che se è giusto avere una visione sul lungo periodo, è fondamentale mantenere il contatto con la realtà e muoverti step by step.

Per concludere possiamo dire che creare una Startup non è solamente una serie di azioni da applicare una volta sola, piuttosto è un ciclo che tende a ripetersi all’infinito.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.