Se lo fate ancora vi denuncio!

Amo esprimere ironia. Prendere la vita con leggerezza. Solleticare amici vicini e lontani. Sbeffeggiare i drammi quotidiani. Esistono però tragedie di fronte alle quali non si può scherzare. Disastri che non possono lasciare spazio all’ilarità. Oggi desidero affrontare un argomento importante, un tema scottante e invito dunque tutti alla massima serietà. Il Tiramisù.

Ma la smettete di fare il Tiramisù con i Pavesini? Il Tiramisù è tale se fatto rigorosamente con i Savoiardi. Volete mettere la pancetta nella carbonara al posto del guanciale? Fate pure, basta che non mi invitiate a cena. Volete fare il pesto genovese senza aglio? Contenti voi! Ma se vedo ancora foto di Tiramisù fatto con i Pavesini mi vedrò costretto a denunciarvi alla Polizia Postale. Faccio sul serio.

Forse non tutti sanno che esistono gruppi di sostegno per i fanatici del Tiramisù con i Pavesini. Ricordo ancora le emozioni di quando ci portai mia moglie. Entrò, si sedette e quando fu il suo turno esordì così: ”Ciao a tutti, mi chiamo Amanda e l’altro giorno ho fatto un Tiramisù con i Pavesini”. Piansi, piansi molto. Ora ragazzi parliamoci chiaro, il livello di difficoltà del Tiramisù è basso, una al massimo due stelline su cinque, l’ho visto fare anche alla Benedetta Parodi. Possono riuscirci tutti, anche politici, calciatori e fashion blogger.

So a cosa starete pensando: “Ma Nick, che male vuoi che faccia un Tiramisù fatto con i Pavesini al posto dei Savoiardi?”. Lo state pensando sul serio? Ho visto nonne morire di fronte alla visione di un Tiramisù con i Pavesini! Ho visto Bastianich andare in ipoglicemia gridando “ma vuoi che muoro?” dopo l’assaggio di un Tiramisù con i Pavesini! Ho visto camionisti boicottare gli Autogrill dove fanno i Tiramisù con i Pavesini! Va bene la libertà di espressione ma voterò per chiunque vorrà togliervi la facoltà di fare il Tiramisù con i Pavesini. Mi spiace.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.