La festa di mezza estate a favore della lotta alla Sclerosi Multipla

Poco più di sedici anni e tanta paura in corpo per una diagnosi tremenda, perenne, indelebile, arrivata da veramente poco e troppo presto per questa giovane donna; così come una ragazza poco più che venticinquenne al tavolo tra una birra e due chiacchiere si domanda se la sua neurite ottica fosse solo l’anticamera della sclerosi multipla dato che al tempo non v’era ancora la conferma; oppure lei, poco più che diciottenne diagnosticata da veramente pochi giorni e subito in sezione a fare volontariato.

Sono solo tre delle tantissime storie che ogni anno nelle sere di mezza estate s’intrecciano e si scoprono tra i tavoli dei giardini AISM.

Storie di una malattia che esordisce troppo presto e in misura maggiore tra le donne, una malattia che è la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali, una malattia cronica progressivamente invalidante che si chiama Sclerosi multipla.

HAPPYAISM, la festa estiva dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla che anche quest’anno si terrà dal 17 al 19 luglio presso i giardini AISM di Via Strada Antica Mantovana 112 a Brescia, non è solo una sagra o una ricorrenza caratterizzata da buona musica e buon cibo, è un intreccio e uno scambio di esperienze di vita con la malattia, di conoscenza per chi non ne ha mai sentito parlare, o com’è successo alle tre ragazze di prima, un primo incontro con AISM.

La nostra speranza è sempre quella di non dover sentire nuove storie come queste, di non dover conoscere giovani ragazze nelle stesse situazioni, tuttavia ci scontriamo con la realtà della SM che sicuramente, con una diagnosi ogni 4 ore e con oltre 1500 bresciani colpiti — 75 mila in Italia, ci porterà a parlare e fare da confidenti a qualche “nuovo arrivato”: alla fine AISM è anche questo.

Oltre ad essere il punto di riferimento nazionale in grado di offrire servizi a 360° per persone affette da SM, AISM prima di tutto è una realtà dove confrontarsi alla pari senza barriere, una realtà che lotta per sconfiggere la malattia giorno dopo giorno: affermando i diritti delle persone, raccogliendo fondi per la ricerca scientifica, lottando per ottenere quello che alla disabilità viene troppo spesso negato.

Nel centro bresciano le persone con Sclerosi multipla hanno inoltre la fortuna di poter accedere ad un servizio totalmente gratuito di Riabilitazione che comprende la presa in carico dei pazienti in modo totale con supporto psicologico, terapia occupazionale e soprattutto riabilitazione motoria. Un servizio solo parzialmente coperto nei costi dal servizio sanitario, infatti, oltre 180.000 Euro ogni anno devono essere raccolti per mantenere aperto questo servizio d’eccellenza e la festa estiva serve anche a questo, a raccogliere fondi per dare una speranza a tutte le persone con SM dato che la riabilitazione e scientificamente provato, riesce a rallentare la progressione della malattia.

Per questo nel quartiere di San Polo dal 17 luglio gli stand gastronomici apriranno tutte le sere dalle 18:30 e la musica dei Musikanto ci farà compagnia dal crepuscolo fino a tarda notte, così come sabato 18 luglio nei giardini AISM andrà in scena (e in maschera) la 70’s Disco Night accompagnata dalla band “Funk Up Hill Funky”. Mentre domenica 19 luglio ci saranno vicini con un prezioso supporto le Penne Nere dell’Associazione Nazionale Alpini che, con la Fanfara “Tridentina” di Brescia sfileranno e suoneranno per noi nel quartiere, prima di lasciare la scena ai gruppi emergenti Moka Lounge, This Less Year e Johnny Goodmen Swedish Experience.

A contorno di tutto questo, giochi per bambini, il tiro libero con l’arco assieme agli istruttori degli Arcieri Bresciani, trucca bimbi, pesca, lotteria, tombola e molto altro ancora, tutto da scoprire nella tre giorni bresciana in favore di AISM Brescia, la Festa solidale di mezza estate!

A single golf clap? Or a long standing ovation?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.