Non era ancora mezzanotte ma era già ieri

Chiunque tu sia, qualunque sia il tuo scopo nel condurre questa mia vita in ciò che sta diventando ora, ti prego, ti prego, ti prego, ti prego di offuscare la memoria degli altri, di portare avanti il mondo senza la mia mente ad alternarne i chiaroscuri con pennellate di grigi senza senso, di sfumature inesistenti. I caratteri disponibili sottilineati in rosso hanno raggiunto un valore negativo, lo stesso delle persone che mi tengono per mano mentre cerco di guardare giù. Bruciano le pagine, bruciano le parole, bruciano i polsi, brucia anche me.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Marco De Stefani’s story.