Image for post
Image for post

Una recente sentenza del Tar Lazio ha riconosciuto il diritto di accesso al codice sorgente del software utilizzato per il concorso dei dirigenti scolastici.

Italiani, “popolo di santi, di poeti, di navigatori, di nipoti, di cognati”. Così Ennio Flaiano, a modo suo, ironizzava sul fenomeno delle raccomandazioni, specialmente nel pubblico impiego.

Per garantire che le amministrazioni assumano sempre e davvero i migliori ci sono i concorsi, complessi procedimenti amministrativi volti a selezionare i più meritevoli. Tradizionalmente si tratta di procedure lunghe (le Commissioni hanno bisogno di tempo per correggere gli elaborati, fare i colloqui, stilare le graduatorie) e oggetto di numerose contestazioni e ricorsi (il posto fisso, infatti, resta nonostante tutto una meta molto ambita).

Da qualche tempo, però, nelle procedure concorsuali (soprattutto quelle…


Image for post
Image for post

I dati pubblicati dalla Commissione Europea mettono l’Italia all’ultimo posto in UE per competenze digitali. La cronaca dimostra che si tratta di un’emergenza democratica.

Forse non tutti sanno che il primo capo di Stato a inviare una email è stata la Regina d’Inghilterra Elisabetta II. Era il 26 marzo 1976. Una data da ricordare a tutti quelli che, ancora oggi, definiscono — convintamente— la posta elettronica come “una nuova tecnologia”.

Non fatevi ingannare, però. Spesso, soprattutto nella pubblica amministrazione, quando qualcuno usa il termine “nuovo” associandolo a una tecnologia si sta preparando un alibi. Se l’ente non è ancora pronto per usare quella tecnologia, se non ha fatto investimenti, se non ha riorganizzato i processi, nessuno è colpevole per l’arretratezza degli uffici. …


Image for post
Image for post
Edwin Hoper on Unsplash

Nel mondo stravolto dal Covid-19, la trasparenza non è un inutile orpello ma parte della cura digitale per le nostre democrazie.

Non capita spesso che si parli di trasparenza in Italia. Non è un mistero: il nostro Paese, contrariamente ad altri (come la Svezia), non ha una lunghissima tradizione normativa e amministrativa in materia di diritto di accesso. E questo ritardo non è solo delle amministrazioni, ma anche dei cittadini, delle organizzazioni della società civile e dell’opinione pubblica, ancora poco abituata al controllo generalizzato dell’operato delle istituzioni.

Non capita spesso che si parli di trasparenza in Italia. Non tra gli addetti ai lavori, ovviamente. C’è una ristretta cerchia di attivisti, esperti e civil servants che ne discutono continuamente, che si scambiano…


Image for post
Image for post
DDP on Unsplash

L’Italia chiusa per Corona virus scopre di non essere ancora una “Smart Nation”

E-learning, smart working, servizi online.

Non è un’esercitazione. Ripeto: non è un’esercitazione. E nemmeno un convegno.

Sta accadendo davvero che — a causa dell’emergenza legata al Covid19 (meglio conosciuto come “Corona Virus”) — amministrazioni, imprese e cittadini siano costretti a utilizzare le nuove tecnologie per lavorare, comunicare, studiare.

Per alcune settimane si è trattato soltanto di misure di prevenzione limitate ad alcune aree per evitare l’estensione del contagio. Da poche ore si tratta di misure a carattere generale, estese all’interno territorio nazionale con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo.

Scuole e università chiuse, per decreto, nell’intero Paese.

Il tweet del…

Image for post
Image for post

Nel “Referto in materia di informatica pubblica” una lucida analisi di quello che non ha funzionato nella trasformazione digitale della PA

Nei giorni scorsi è stato pubblicato un documento molto interessante per tutti coloro che si occupano di digitalizzazione della pubblica amministrazione italiana (e, in generale, per tutti coloro che vogliono capirne di più).

Si tratta del “Referto in materia di informatica pubblica” delle Sezioni riunite in sede di controllo della Corte dei conti.

Il Referto è un documento molto corposo (254 pagine più gli allegati) in cui si trova una ricostruzione assai minuziosa — e a tratti impietosa — dell’evoluzione e dello stato dell’arte dell’informatica pubblica del nostro Paese.

Il documento dà atto del fatto che gli investimenti pubblici…


Image for post
Image for post

Riflessioni a margine dell’operazione “People1” della Polizia Postale

Negli ultimi giorni ne hanno parlato praticamente tutti i giornali e i TG: un’importante operazione della Polizia Postale (denominata “People1”) ha portato alla luce quello che — secondo gli inquirenti — è il più importante attacco alle banche dati istituzionali finora compiuto.

L’ arrestato attaccava — mediante tecniche di phishing —i sistemi informatici di amministrazioni centrali e locali (prevalentemente piccoli comuni), introducendosi quindi nelle in banche dati di Agenzia delle Entrate, INPS, ACI e InfoCamere. In questo modo, sottraeva dati personali da rivendere ad agenzie investigative e di recupero crediti.

La rete di computer infettati veniva utilizzata per…

Ernesto Belisario

Sono avvocato, insegno diritto amministrativo e delle tecnologie e mi occupo di #laPAdigitale, #OpenGovernment, #OpenData, #Startup e #SocialMedia

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store