Open Virtual Reality Rome: Open VRome Project

La prima ambientazione del Progetto MayaVerse prende forma e non solo…

Avete mai voluto passeggiare nel Foro Romano come un antico romano? La realtà virtuale è la tecnologia perfetta per ricostruire e rivivere ambienti, architetture ed atmosfere di cui oggi esistono solo alcuni ruderi e complessi studi fatti da archeologi ed architetti.

Esistono per fortuna diversi progetti in VR per assaporare le bellissime architetture della Roma antica, di seguito una breve guida:

Rome Reborn

Il più famoso ed avanzato dei progetti è sicuramente Rome Reborn. Il direttore Prof. Bernard Frischer, che ho avuto il piacere e l’onore di conoscere, sta portando avanti ormai da moltissimo tempo una ricostruzione filologica molto ben fatta ed apprezzata. E’ sicuramente un punto di riferimento importantissimo nel ristretto gruppo di “esperienze virtuali” del patrimonio culturale ed archeologico della Roma antica.

Foro Romano, rostri ed Arco di Settimio Severo ricostruiti da Rome Reborn VR.
https://www.youtube.com/watch?v=pA4SG9amhTE

Night in the forum

E’ stato presentato da poco al Rome Video Game Lab 2019 l’applicazione in VR per la piattaforma PSVR: “Night in the forum”. Un’ esclusiva del circuito Sony in cui la sinergia di diverse istituzioni (CNR-ITA per i Beni Culturali, Museo del foro di Augusto, VRTRON, etc) ha creato davvero una ricostruzione perfettamente aderente al dato scientifico ed archeologico, ma allo stesso tempo divertente e perfettamente fruibile in VR. Tutto il progetto è stato realizzato grazie ad un fondo Europeo (Horizon 2020) condiviso tra diversi partner pubblici e privati.

http://revealvr.eu/wp-content/uploads/2018/09/REVEAL-Flyer-Augustus.pdf

VR Rome

Questo applicazione in VR è stata realizzata da uno sviluppatore cinese ed in vendità sul Market di Steam. E’ ammirevole la sua passione e l’immane lavoro che ha svolto per permettere una fruizione in VR completamente libera.

Alcune riflessioni conclusive

Si sta diffondendo sempre di più, sia in ambito accademico che nell’opinione pubblica, l’idea e l’importanza del “cultural heritage”. Il patrimonio culturale italiano sia esso archeologico, artistico od architettonico è un bene prezioso non soltanto da sfruttare, ma soprattutto una ricchezza del paese da fruire e divulgare. E’ necessario dunque studiare come conservare questo patrimoni, ma allo stesso tempo attraverso la digitalizzazione (“Digital Cultural Heritage” ) permettere a chiunque di poterli visitare, studiare e soprattutto capire. Grazie alla Realtà Virtuale la divulgazione al grande pubblico di siti archeologici/artistici diventa più semplice, estremamente coinvolgente e soprattutto più comprensibile.

In quest’ottica nasce il progetto personale “Open VRome” il cui scopo è quello di dare a tutti, attraverso la VR, la possibilità di vivere un giorno nel Foro dell’antica Roma.

Una prima versione partendo dal tempio di Vesta:

https://www.youtube.com/watch?v=klfEyOm21_Y
Ci vediamo presto con novità interessanti!