Come ho fatto a dmtcarmene?

Credo di essere ciò che sento e penso, ma dentro di me vivono identità parallele indipendenti composte inconsciamente da ciò che ho scartato nella ricerca di chi sono, dunque non so nulla di loro, che invece sanno tutto di me perché, non avendogli dato la possibilità di agire, possono solo osservare, seguire le mie avventure e fare il tifo per me. Loro mi amano e vogliono tanto interagire con me: viviamo soli in parallelo, per questo mi dicono di prestare attenzione a quello che fanno, esattamente come fanno loro con me, cosicché possiamo conoscerci, incontrarci e stare insieme, essere uno, come quando ero bambino e mi chiedevo "Perché esistiamo?". Come ho fatto a dmtcarmene?

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.