Nemo propheta in patria :) Comunque sono bei ricordi di un’epoca che è stata pioneriestica, in…
Giorgio Rutigliano
51

Forse non essere profeti in una patria come l’Italia dovrebbe diventare un motivo d’orgoglio visto dove siamo arrivati, è triste ma è vero. Non mi è mai capitato di ringraziarti personalmente e colgo quest’occasione per farlo. Ho cercato di rendere l’idea di quanto sia stata importante per me (e forse per tutti noi) quell’esperienza. Grazie di tutto, Giorgio. Anche questo tuo commento è motivo d’orgoglio per me. Poi, come ho detto, probabilmente bisognerebbe raccontarle una ad una tutte le storie dei sysop italiani perché ognuno ha la sua. Insomma potremmo dire: Formidabili quei modem.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.