Che cos'è il Kernel Panic

Può capitare, anche se è molto raro, che il kernel Linux si trovi in una situazione che non è in grado di gestire. In questo caso ecco che si verifica il famigerato Kernel Panic.

Il Kernel Panic è una funzione che permette al sistema operativo di identificare un errore interno fatale, il che non permette l’avvio del sistema.

Se il filesystem di root è in lettura/scrittura, è possibile richiedere informazioni di carattere diagnostico sul disco.

Anche se una situazione del genere è molto seria, c’è ancora qualcosa che si può fare.

Il kernel, dopo un messaggio di errore critico, può essere configurato per essere riavviato in automatico.

Basta aggiungere la riga kernel.panic=10 a /etc/sysctl.conf e il riavvio, dopo un Kernel Panic, avverrà in automatico dopo 10 secondi.

In alternativa, possiamo implementare l’istruzione panic=10 nei parametri relativi al kernel nel menu di Grub. In questo caso sarà proprio Grub che permetterà il riavvio.

Infatti, grazie alle sue funzioni, Grub permette una procedura di fallback che consente di ricercare un nuovo kernel presente su un computer remoto.

Like what you read? Give Giuseppe Pignataro a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.