Creare un bot su Telegram con Altervista: parte 1

Ecco la prima parte della guida completa per creare un bot Telegram ed anche per configurare un account Altervista.

Un bot di Telegram è un sistema automatizzato che ci consente di compiere qualsiasi cosa (contattare un utente, leggere informazioni ecc. ecc.). Molti canali ed utenti hanno il proprio bot personalizzato ed oggi vedremo anche noi come crearne uno. Questo bot potrà: mostrare informazioni, permetterci di ricevere messaggi e molto altro ancora. Per costruire il nostro bot, ci baseremo sulla base AltervistaBot creata da BruninoIT, che ringrazio moltissimo per il grande lavoro che ha fatto.

1º Passo: BotFather

Per creare il guscio vuoto del bot (l’utente con l’username) dobbiamo utilizzare @BotFather.

Apriamo @BotFather, digitiamo il comando /newbot e scegliamo un nome per il nostro bot.

Subito dopo impostiamo un username. Ricordate che deve terminare per forza in bot, come @mait_techbot.

Una volta inviato l’username otterremo un token, simile a 123456:ABC-DEF1234ghIkl-zyx57W2v1u123ew11, che ci servirà successivamente. Non datelo a nessuno: servirà per controllare il nostro bot.

Una volta fatto questo procediamo con l’attivazione di Altervista.

2º passaggio: attivazione di Altervista

Prima di tutto abbiamo bisogno di un account altervista. Per ottenerlo dobbiamo andare su altervista.org.

Se ce l’hai già, salta questi passaggi (fino ad HTTPS/Database/Cloudflare).

A questo punto, clicchiamo su “Crea sito” e poi su “Vuoi il solo servizio di hosting?“. Ci troveremo davanti questa schermata. Compiliamo con il nome desiderato del nostro sito ed i nostri dati.

Una volta compilato il modulo, possiamo cliccare “prosegui”.

Clicchiamo su “Prosegui” e creiamo il nostro sito.

A questo punto ci arriverà una mail con un link di conferma. Clicchiamoci sopra ed accediamo utilizzando i nostri dati (indicati nella mail).

Il sito verrà attivato. A questo punto clicchiamo su “Gestione File“.

3º passaggio: creazione del sito Altervista

Una volta pronto il nostro sito, scarichiamo la base @altervistabot da questo link, che ci porterà ad un bot Telegram.

Salviamo il nostro file. Se siamo dal cellulare, ci conviene passarlo sul computer (utilizzando una qualsiasi app o Telegram stesso tramite Telegram Desktop).

Creiamo una cartellina con il nome del bot (in questo caso la chiameremo mait_techbot per comodità), quindi carichiamo il file zippato su Altervista. Non abbiamo bisogno di un client FTP, possiamo utilizzare quello integrato.

Per caricare il file dobbiamo seguire una procedura specifica: clicchiamo su “invia files”, poi su “invia archivi complessi” e carichiamo il nostro archivio (altervistabot.zip) che verrà decompresso in automatico.

Seguiamo la procedura proposta dal video:

A questo punto dobbiamo abilitare l’HTTPS, Cloudflare e il database. La prima cosa da fare è attivare il database. Andiamo nel pannello di controllo e clicchiamo “Attiva Database”.

Subito dopo clicchiamo “Ottieni Gratis”.

Successivamente clicchiamo, nella schermata che appare, “Attiva Cloudflare”.

A questo punto barriamo la spunta e clicchiamo “Attiva Cloudflare“. Prima di procedere dobbiamo attendere l’avvenuta attivazione di Cloudflare.

Subito dopo l’attivazione, riclicchiamo su “Risorse” e clicchiamo “Attiva HTTPS”. Attivare l’HTTPS sarà una procedura un po’ più complessa.

Clicchiamo su “Procedi con l’identificazione”. Per svolgere questa procedura ci serve un cellulare. Infatti, ci verrà chiesto di inviare un SMS con un codice ad uno specifico numero di telefono.

Una volta inviato l’SMS, quasi immediatamente la pagina si ricaricherà e potremo cliccare su “Prosegui”.

Clicchiamo su “Attiva il servizio HTTPS” ed attendiamo. Una volta attivato l’HTTPS, il nostro sito è pronto, procediamo quindi al passaggio successivo.

4º passaggio: installazione del bot

Una volta fatto questo possiamo abilitare il nostro bot da Telegram. Apriamo @httpsfreebot e diamo /start. Quindi selezioniamo “Nuovo Bot”.

A questo punto ci chiederà il token (quella stringa del tipo 123456:ABC-DEF1234ghIkl-zyx57W2v1u123ew11 che abbiamo ricevuto prima). Inviamoglielo.

Subito dopo ci chiederà di inviare il webhook. Il webhook sarebbe il sito internet dove sono hostati i files del bot. L’url che dobbiamo mandare è del tipo: http://NOMESITO.altervista.org/NOMEBOT/index.php.

Il NOMESITO l’abbiamo scelto prima come username, il NOMEBOT è il nome della nostra cartellina (che abbiamo creato con il nome del bot).

Una volta inviato il link il bot è pronto e funzionante. Avviando il bot vediamo un esempio delle funzionalità.

A questo punto abbiamo terminato la configurazione del nostro bot! Ci restano da impostare i comandi, cosa che vedremo nella prossima puntata. Stay tuned!

Ti è piaciuta la guida? Hai qualche problema? Fammelo sapere nei commenti!

INDICE

Parte successiva>>>


(Immagine di copertina sotto copyright di Telegram e non sotto licenza libera)

Pubblicato originariamente su mait.tech, sito defunto per motivi che ben conoscete, scritto da me sotto la medesima licenza di questo articolo.