Creatività & Conformismo

“È strano, ma nelle rare occasioni in cui mi hanno invitato a suonare in pubblico il tamburello, il presentatore non ha mai creduto necessario ricordare che mi occupo anche di fisica teorica. Forse è perché rispettiamo più le arti delle scienze. Gli artisti del Rinascimento dicevano che l’interesse principale dell’uomo deve essere l’uomo: tuttavia ci sono altre cose interessanti al mondo, e perfino gli artisti apprezzano i tramonti, le onde dell’oceano il cammino delle stelle attraverso i cieli. Dunque ci sono delle buone ragioni per parlare qualche volta anche di altro. Quando guardiamo le bellezze della natura, traiamo un piacere estetico dall’osservazione diretta. Tra i fenomeni della natura c’è però anche una struttura, un ritmo che non appare direttamente all’occhio, ma che si rivela solo dopo un’attenta analisi; e sono appunto questi ritmi e strutture che chiamiamo leggi fisiche” — “La Legge Fisica” di Richard Feynman
[Photo © Elisabetta Rosso]

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Filippo Giustini’s story.