Vivere d’emozioni.

Le cose più belle della vita non le tocchi, si chiamano emozioni, non stancatevi di viverle o di lottare per esse!

Potrebbe sembrare un pensiero scontato, una frase che tutti conoscono, che tutti abbiamo sentito almeno una volta nella nostra vita, eppure non sempre ne teniamo conto.

Durante la nostra vita si alternano fasi nelle quali “alti” e “bassi” non sempre mostrano la loro presenza in modo continuo.

Durante i periodi positivi (starete già pensando che ne vivete pochi… invece se siete qui a leggere il mio articolo vi invito a riflettere su tutta quella gente che non ha questa opportunità :) ) siamo ottimisti, ci sentiamo pieni di energia, vorremmo comunicare a tutto il mondo la nostra felicità e spesso lo facciamo anche attraverso i social, un messaggio, una telefonata ad una persona cara.

Durante i periodi negativi (starete pensando che li vivete ogni giorno… è così, è più facile vedere nero che bianco, ve lo assicuro) pensiamo che non ci sarà possibilità di rialzarci a breve termine, eppure non è così!
Immaginate per un momento di essere in una stazione ferroviaria, arriva un folle (si un pazzo, di quelli che non riescono a controllare nulla della loro personalità neanche in pubblico), vi spinge con insistenza ed andate a finire sui binari, c’è un treno in arrivo, avete qualche frazione di secondo per decidere una cosa importantissima: continuare a vivere o morire. Sono stato estremo? Può darsi, ma sarà sicuramente chiaro che abbiamo sempre la possibilità di scegliere, sempre… finché c’è vita c’è speranza, tutto dipende dalle nostre decisioni.

Qualcuno ha anche detto che lamentarsi non è mai la soluzione ed è proprio così! Rimboccatevi le maniche ed agite immediatamente, il cambiamento inizia da voi stessi, ora.

Buon proseguimento! :)

Like what you read? Give Francesco Menzera a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.