Cambiamenti climatici e rifugiati ambientali, un fenomeno in crescita

foto tratta da IDMC

Rifugiati ambientali, un fenomeno in crescita legato ai cambiamenti climatici che non fa distinzioni tra Paesi ricchi e Paesi poveri

I rapidi cambiamenti climatici di cui siamo testimoni, costringono sempre più persone ad abbandonare i propri insediamenti naturali in cerca di condizioni di vita più favorevoli, si chiamano rifugiati ambientali, il fenomeno è drammaticamente in crescita e non colpisce solo i Paesi poveri.
I dati sono impressionanti: 22 milioni di rifugiati ambientali solo nel 2013, circa tre volte in più rispetto alle popolazioni in fuga dalle guerre e dai conflitti che insanguinano il pianeta. Secondo uno studio del Norwegian Refugees Council (NRC) e dell’Internal Displacement Monitoring Center (IDMC) queste cifre sono destinate ad aumentare. Il fenomeno, come afferma il Segretario Generale del NRC, Jan Egeland, si estende a livello globale benché l’Asia risulti quella che, allo stato attuale, sia l’area maggiormente interessata con l’87,1% di rifugiati ambientali, circa 19 milioni di persone. …continua a leggere

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.