Grazie Francesco, sono contenta che tu l’abbia trovato scorrevole, e citare la parte sui pionieri è…
Angela Compagnone
11

1) Se sei abituato ad andare per primo perché sei l’unico, dato che sei solo, poi vai per primo anche quando arrivano gli altri, a meno che gli altri non siano persone traccianti, persone che hanno fatto un percorso tangente al tuo, o secante, ti affiancano o ti tagliano la strada e la illuminano mostrandoti ad esempio che quella strada ne ha altre accanto e tu non le avevi notate.

2) Penso di capire i giovani e di accettare sostanzialmente qualsiasi loro atteggiamento, sfogo o manifestazione perché conosco la loro solitudine, che ha delle differenze rispetto alle solitudini dei giovani delle generazioni precedenti.

3) C’è chi ha dovuto combattere un nemico, chi ha dovuto costruire un paese, chi ha voluto il mondo e lo ha voluto ora, chi ha individuato lo stato come nemico, ma se il tuo futuro è un contratto a progetto e il nemico è indistinguibile a cosa ti riferisci quando il mondo ti ferisce o meglio, non ti vuole?

4) Mi piace leggerli, non quando scrivono romanzi, quando scrivono e basta, qualsiasi cosa, anche quelle con cui non sono per niente d’accordo.

5) Mi sono chiesto oggi come si definisce qualcuno che impedisce ad un’altro di vivere e lo mette in condizione di vivere solo se qualcuno o qualcosa muore. Ma ho avuto il sospetto che la premessa fosse sbagliata e allora, cosa fai quando non è Dio l’assassino?

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.