7 cose che un marito desidera ma non chiede per essere felice*: la quinta, chi l’avrebbe mai detta? :)

Qual è il segreto di un matrimonio felice? Che moglie e marito siano complici, ad esempio; oppure che abbiano definito i diversi ruoli all’interno della routine domestica, o anche che lui aiuti lei nelle pulizie, etc. La ricetta è così multiforme che potremmo farla diventare l’argomento di uno dei nostri prossimi post, vi piacerebbe?

Nel frattempo, oggi vorremmo concentrarci su sette cose (7!) che un marito difficilmente chiede, ma sicuramente desidera ricevere dalla propria moglie per essere felice, e così rendere più felice — e piacevole — l’intero rapporto. Siete pronti, ma soprattutto pronte, a scoprirle?

1. Ogni uomo vorrebbe che la moglie gli dicesse “ti amo”

Eh sì: col passare del tempo, la costruzione di una quotidianità più o meno sempre simile a se stessa e prevedibile, e magari l’arrivo di qualche cucciolo in casa, il tempo degli occhi a cuoricino potrebbe esser diventato un ricordo. Eppure è stato quello che vi ha fatti innamorare l’uno dell’altra all’inizio, no? Perciò, mogli di tutta Italia, esprimete il vostro amore con le parole e con i gesti a vostro marito, e fatelo tutti i giorni! Lo dice Charles Schmitz, che al matrimonio felice ha dedicato un intero libro (acquistabile in questa pagina di Amazon)

Il “Non glielo dico perché tanto lui lo sa” ha fatto il suo tempo: il marito vuole sempre sentirsi dire di essere amato. Come anche la moglie, naturalmente

2. Un uomo ha bisogno dei propri spazi

Quando lo invitate a fare shopping, lui vi risponde che preferisce stare a casa? Ogni tanto, dategliela vinta! Organizzatevi con un gruppo di amiche e andate voi a divertirvi, mentre lui resterà a casa a godersi quello che gli piace fare: leggere un libro, curare il giardino, giocare al computer o cimentarsi con un po’ di “fai da te” sono alcune delle esperienze che un uomo, ogni tanto, vuole fare, per darsi un break rispetto alla solita routine. E’ un’esigenza per lui, e piacerà di sicuro anche a voi — e stavolta a dirlo è la psicologa texana Anne Crowley

3. Gli uomini vogliono essere ascoltati

Un marito che non risponde subito non lo fa perché, mentre gli parlate, il suo cervello entra in standby e comincia a riprodurre un celestiale canto di usignoli nel bosco. In realtà ha solo bisogno di un attimo per elaborare, mentre il processore della donna gira a un ritmo decisamente superiore. La conseguenza, però, può essere molto negativa: “l’uomo tende a ritenere che se la moglie che lo incalza non lo voglia ascoltare e non sia interessata a quello che ha da dire”. Il risultato? Si può facilmente immaginare..

4. Anche il marito ha bisogno di ricevere complimenti

Se vi regala un mazzo di fiori senza un motivo particolare, o ci tiene tanto a che andiate fuori a cena per celebrare un vostro successo sul lavoro, due sono le cose da fare: non considerarlo un pazzo, e ricambiare alla prima occasione. Sì, perché anche a vostro marito piace essere gratificato per i risultati che è riuscito a ottenere, e se lo farete il vostro legame non potrà che uscirne consolidato

5. Fate la prima mossa

Già: un uomo vuole sentirsi desiderato! Dover chiedere sempre “Che ne dici se stasera..” alla lunga diventa frustrante, specialmente se non siete solite dargliela vinta. A dirlo, questa volta, è Kurt Smith, un terapista familiare della California:

Tanti uomini, quando vengono da me per un consulto, mi dicono che desiderebbero fosse la moglie a cominciare; che fosse più spontanea e disponibile a introdurre nel sesso quelle “varianti” che lo possono rendere diverso e ancora più eccitante

6. All’uomo piace essere toccato

Uno dei “problemi” più frequenti per le coppie rodate è che il senso del tatto finisce, piano piano, in soffitta: i lunghi baci diventano a stampo, gli abbracci — se ci sono — durano un istante..Il consiglio, perciò, è di tornare a toccarsi almeno quattro volte al giorno: al risveglio, quando si esce per andare al lavoro, quando si rincasa e prima di addormentarsi. Le coppie che lo hanno provato hanno scoperto che questo semplice gesto è la chiave che riapre la porta della complicità, fa riscoprire l’intimità e tornare a essere carini l’uno con l’altra.

Insomma: una pacca sul sedere di tanto in tanto, a sorpresa, non guasta

7. Ogni uomo ama sentirsi rispettato

E’ il consiglio che chiude un po’ il cerchio: a ben pensarci, lo si ritrova in ognuno dei sei visti sinora.. Qui però c’è da fare un passettino in più: per l’uomo il rispetto significa anche che la donna — anzi la moglie — non abbia sempre da ridire su quello che lui fa, e su come lo ha fatto.

Bene, care mogli: ora mettete una X su ognuno dei punti in cui vi sentite già “forti” e segnatevi da un’altra parte le cose sulle quali potreste migliorare. Non è una ricetta magica, ma gli specialisti che l’hanno provata (e l’hanno fatta sperimentare) assicurano che possa funzionare.

E voi, che ne pensate? Avete qualche altro consiglio per rendere felice un marito che volete condividere con noi e con i nostri lettori? Raccontatecelo nei commenti!

* liberamente ispirato a questo post, pubblicato su Huffington Post


Originally published at www.buonanuova.it.