Image for post
Image for post

Se vuoi farlo, devi essere un mentore epico.

Se vuoi costruire una relazione forte con un Talento under25, dovrai essere un mentore epico — come Ulisse nell’Odissea. Come un vero mentore, Ulisse fece il passaggio di testimone al figlio Telemaco prima di andarsene.

Sincero e consapevole, un mentore non trasferisce mere nozioni ma abilita il Talento nel suo percorso di crescita, sulla base delle proprie esperienze e competenze.

Il Mentore è una guida saggia, che sa di cosa c’è bisogno ma non lo decide a priori. Piuttosto è una guida che, davanti a una scelta, fa le domande giuste e mostra le varie strade percorribili.

Lo sviluppo di una relazione tra Mentore e Talento deve essere però un percorso che arricchisce entrambe le parti. All’inizio, il mentore metterà probabilmente qualcosa in più sul piatto della bilancia date le sue esperienze. Ma nel lungo termine, il Mentore vedrà la situazione quasi ribaltarsi.


Image for post
Image for post

Sii intrepido.

Per ottenere il massimo dall’incontro che avrai con i tuoi mentori, dovrai essere in grado di costruire una relazione solida con loro. Per fare questo, c’è bisogno di due ingredienti, e di tre azioni.

Innanzitutto è necessario rispettare la Netiquette, ovvero il galateo digitale. Presentarsi quindi puntuali agli incontri, essere proattivi nel fissarli, assicurarsi di avere una connessione internet stabile e di essere in un luogo per lo più silenzioso.

Poi viene il coraggio. Il coraggio di mettersi in gioco, di esporre le proprie sfide, di fare domande scomode o che riguardano alcuni tuoi aspetti più vulnerabili.

Il mentore non è qui per trasferire nozioni, ma per assisterti in un processo di crescita basato sulle sue esperienze. Assieme costruirete una relazione che ha per obiettivo l’arricchimento di entrambi, per aprire a entrambi nuove strade e nuovi orizzonti. …


Image for post
Image for post

In linea con i tempi, niente confetti, né addobbi o festoni rosa. Solo tinte pastello neutre. Deciderà da sé cosa sarà.

Amenità a parte, è proprio così: Aurora è un’iniziativa in divenire. Anche ora che ha preso ufficialmente avvio: Sabato 5 settembre c’è stato il kick off meeting a Roma, dove s’è riunito il nucleo più operativo del progetto.

Aurora è l’impegno di cui Fondazione Homo Ex Machina si fa carico nei confronti dei ragazzi tra i 18 e i 23 anni.

Nata nel solco dell’esperienza di HExMa e sostenuta dalle numerose organizzazioni che compongono l’ecosistema (tra le tante Fondazione Mondo Digitale, Fondazione Golinelli, J.A. …


Image for post
Image for post

Oggi il mondo è rete. Le soluzioni più innovative derivano dalla condivisione di obiettivi simili e competenze diverse.

Su questa premessa abbiamo fatto nascere “Colazioni sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile” di Fondazione Homo Ex Machina. Partito in sordina a inizio 2019 come una conversazione informale davanti a una tazza di caffè, il progetto si è evoluto nel tempo fino a definire una visione specifica: riunire attorno a un tavolo attori d’impatto provenienti da ambiti e posizioni diverse, per farli confrontare su uno specifico obiettivo di sostenibilità (SDG) che li unisce trasversalmente.

L’obiettivo? Moltiplicare l’impatto dei progetti già esistenti, legandoli tra loro. Per farlo, abbiamo selezionato diversi attori in base ai loro progetti già attivi legati a quell’obiettivo:

  • Privato
  • Non…


Image for post
Image for post

Cristian racconta il primo incontro con il suo mentore di Transfer Leadership.

“Superato il primo impatto con il suo sguardo di ghiaccio, scoprirai una persona incredibile’’. Queste sono le parole che mi sono sentito dire quando ho chiesto, a chi già lo conosceva, cosa ne pensasse di Luca Bolognini, il mio mentore.

Il primo incontro con quello sguardo di ghiaccio l’ho avuto fuori dall’ingresso di uno dei locali che Luca frequentava, durante i suoi anni dell’Università: quello era il posto che aveva scelto per condividere la nostra serata. Un luogo piccolo e accogliente che da subito mi è sembrato ideale per ospitare il grande valore che avrebbero avuto le nostre chiacchiere.

Dare oltre che ricevere, ascoltare a cuore aperto e lasciarsi trasformare. Pronti, partenza, via. Tre ore dove ci siamo immersi l’uno nelle esperienze di vita dell’altro. Un ottimo vino e degli involtini spettacolari hanno accompagnato la scoperta reciproca di esperienze e obiettivi. …


Image for post
Image for post

La riflessione di Orazio Laera, talento under25 di Transfer Leadership.

“Ricordo perfettamente la prima volta che ho sentito parlare di Transfer Leadership.

Fu durante un evento presso l’Università di Bari che conobbi Jacopo Mele. Dopo il suo speech — fuori dal normale — gli chiesi un feedback sulla mia idea imprenditoriale.

Durante quella chiacchierata mi raccontò di uno dei progetti che portava avanti da tempo: mettere in contatto talenti Under25 con mentori d'industrie diverse, per creare scambio e valore reciproco.

Non avevo mai sentito parlare di un’opportunità del genere e mi colpì molto.

Mantenni i contatti con Jacopo nei mesi a seguire, e nell’aprile 2018 ci ritrovammo presso lo startup weekend di Salerno. …


La prospettiva di Jegor Levkovskiy 💡

Image for post
Image for post

Abbiamo chiesto a Jegor Levkovskiy, Innovation Manager e mentore, di raccontarci il suo primo incontro con Chiara, un talento del pool di Transfer Leadership.

“Mi trovavo a fare due chiacchiere con il buon Jacopo Mele una domenica di un mesetto fa. Tra una cosa e l’altra, come se nulla fosse, mi ha proposto un ruolo di una responsabilità incredibile: quello di fare il mentore ad una persona molto giovane ma che sta già esprimendo un notevole potenziale, in un progetto sperimentale.

Il progetto Transfer Leadership di Fondazione Homo Ex Machina consiste nel selezionare le migliori menti italiane quando sono ancora acerbe, affiancarle a persone che possono ampliare i loro orizzonti e seguire negli anni la crescita di quella che ha tutte le carte in regola per essere la classe dirigente di domani.

Molti anni fa, intorno ai miei venti, ebbi la fortuna di essere entrato nelle grazie di un professionista del digitale al quale, di tanto in tanto, chiedevo consigli sui più svariati temi lavorativi. …


Lo scorso settembre il nucleo operativo di Homo Ex Machina, sparso per tutta Italia, si è riunito a Maratea per dodici ore d’immersione totale di revisione dei progetti in corso e futuri.

Image for post
Image for post

Nella bellissima cornice di un giardino di alberi antichissimi, decidiamo che prima di esaminare le iniziative future della Fondazione, era necessario stabilire insieme il “come” lo avremmo fatto da quel momento in poi. Volevamo mettere per iscritto i punti cardine della nostra filosofia di squadra — come guida e promemoria.

Insieme abbiamo messo per iscritto 10 mantra. Perché mantra? …


Image for post
Image for post

Dona a Fondazione Homo Ex Machina, per sostenere le iniziative di crescita under25.

Tutte le organizzazioni, di qualsiasi natura, devono essere economicamente sostenibili per portare avanti i propri obiettivi. 🎯

Se vuoi aiutarci a sviluppare i nostri progetti e offrire le migliori opportunità al più grande pool di talenti possibile, fai una donazione.

👉🏽 Clicca qui per fare una donazione!

In alternativa, di seguito i dati bancari:

IBAN: IT 74 K010 0503 2190 0000 0001 853
Intestatario: FONDAZIONE HOMO EX MACHINA
Banca: BNL- BNP PARIBAS.

Jacopo Mele, Presidente di Fondazione Homo Ex Machina racconta l’utilizzo delle donazioni ad HExMa.

I volontari e i giovani talenti di Fondazione Homo Ex Machina
ti ringraziano infinitamente per il tuo supporto!


Essere un paracadute con cui sperimentare, con fiducia.

Image for post
Image for post
Photo by Neil Stratford

Crescere significa sperimentare, seguire le proprie passioni, essere aperti a nuovi incontri ed esperienze. Per accompagnare e stimolare giovani ragazze e ragazzi nel loro percorso di crescita, con Fondazione Homo Ex Machina stiamo portando avanti da vari mesi il programma Transfer Leadership, che collega ogni talento a un mentore appartenente a una sfera lavorativa distante, con lo scopo di massimizzare la contaminazione d’idee tra industrie.

Il modello funziona, e spesso i mentori risultano essere addirittura più entusiasti dei ragazzi. La domanda sorge spontanea: perché così tanti uomini e donne di successo vogliono investire il proprio tempo nel seguire i ragazzi nei loro percorsi personali? …

About

Gaia Salizzoni

Direttrice Operativa — Fondazione Homo Ex Machina

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store