I 5 migliori video di Peter Mckinnon

Peter Mckinnon è un fotografo canadese di Toronto. Nel Nord America ormai ha raggiunto una tale livello di follower da far intimorire l’amato Justin Trudeau. A soli 30 anni ha già vissuto diverse vite; si è improvvisato mago per molti anni, poi ha scelto la strada della fotografia — anche se per sua personale ammissione stava per mollare tutto dopo pochi mesi. Dopo questi 5 video in inglese ci sentiamo di dire che Peter ha fatto la scelta giusta. Oltre a parecchi soldi.
  1. Beginner Photography MISTAKES — What to avoid to take better photos

Partiamo da un video molto generico. Niente preset di Lightroom o Photoshop per non spaventare i nostri follower alle prime armi. Solo pura fotografia. In particolare 4 rapide tips in modo da non scattare come nonna quando apre per sbaglio la camera dell’Iphone. I consigli sembrano arrivare da un nostro compagno o amico; infatti sono più che altro ammissioni di colpa di un giovane Peter. Così ecco che arriva la richiesta di guardare con attenzione i valori dell’istogramma. Un modo intuitivo e rapido per controllare che la vostra immagine non sia sovraesposta. Dalla quantità di luce si passa al controllo generale delle impostazioni, dove nulla vi salverà dall’aver scattato in JPEG invece che in Raw. Il resto ve lo svelerà lui in questo breve video, coinciso, divertente e per nulla pesante da guardare.

Durata: oltre i 10 minuti.

2. Why EVERY photographer should be using LIGHTROOM!

Non spaventatevi. L’approccio con un programma come Lightroom deve essere calmo, creativo ma soprattutto leggero. Tutte qualità che Peter incarna alla perfezione. Il video è di circa un anno fa, ciò significa che Lightroom non è sempre indispensabile per ogni vostro scatto. Ma se volete evolvere la vostra tecnica — e mostrarla a un pubblico decente (Instagram) — col tempo diventerà uno strumento essenziale. Il primo aspetto che merita una riflessione è la semplicità di utilizzo. A differenza di Photoshop infatti, il salvataggio dei vostri file avverrà in automatico. Inoltre l’organizzazione in cartelle già presenti sulla schermata home vi permetterà di non aprire i documenti per poi scegliere i vostri file. Qualcuno però potrebbe sostenere che cambiare da Photoshop a Lightroom solo per la praticità sia troppo poco. Vero. Perciò Peter nella seconda parte del video parla del più grande vantaggio pratico di Lightroom. Il colore. L’immagine potrà essere lavorata in unico livello, con bilanciamenti e tavole colori facili da usare. Se poi a spiegarlo c’è Peter, nessuno si perderà.

Durata: intorno ai 15 minuti.

3. 10 LIGHTROOM tips you SHOULD KNOW!

Al punto 2. abbiamo visto perchè Peter spinge così tanto su Lightroom. Il motivo principale riguarda l’utilizzo molto soggettivo dei salvataggi e delle modifiche. Bene, se quindi volete fare passi avanti e conoscere qualche facile tip per diventare dei pro, questo nuovo video tutorial fa al caso vostro. Non solo perchè i 10 consigli vi faranno svoltare la giornata e il numero di like delle foto, ma perchè mai come prima amerete Peter. La sua parlantina veloce ed essenziale vi darà modo di seguire ogni suo passaggio spendendo solo 15 minuti del vostro tempo. La bravura sta proprio nel non annoiare mai il pubblico, grazie a una serie di sketch e inquadrature di contorno. Dopo la breve lezione avrete un controllo quasi completo sulle funzione dei vari tasti, saprete come controllare l’esposizione della luce e potrete resettare alcune modifiche solo con un doppio clic. E molto altro.

Durata: intorno ai 15 minuti.

4. How to make your photos LOOK BETTER FAST! Photoshop Tutorial

Per chi invece non vuole perdere tempo ad aprire Lightroom, può sempre arrivare a un ottimo risultato grazie al papà di tutti i programmi, colui che unisce sotto un unico tetto grafici, comunicatori, illustratori e fotografi. Stiamo parlando di Photoshop. Se siete dei fotografi alle prime armi — soprattutto nella parte di editing — il nostro consiglio è quello di iniziare a farsi amico quest’ultimo. Non perchè Lightroom sia più complicato, anzi. Solo che alla base di qualsiasi lavoro creativo spesso troviamo Photoshop. Peter come sempre è piu logico; secondo lui la scelta dipende molto da cosa dovete portare a termine. Se avete bisogno di manipolare le immagini, pulirle e lavorare su più livelli userete Photoshop come in questo video. Se invece i soggetti dello scatto non sono da modificare, ma quello che più vi preme è il colore, allora potete andarci sotto con Lightroom. Come è ovvio non è affatto vietato fare un mistro tra i due, ed è ciò che Peter consiglia per ottenere un lavoro completo.

Durata: oltre i 15 minuti.

5. I shot a WEDDING on my iPhone! MOBILE PHOTOGRAPHY TIPS

Veniamo al video che più degli altri ci preme inserire. Non solo perchè già dal titolo potete capire quanto Peter sia un genio. Il vero motivo stavolta è rappresentato dalla location presa in considerazione, un matrimonio. Come sapete uno dei nostri punti di forza è immortalare il giorno più importante di molte coppie felici. Scattare a un evento del genere implica precisione e capacità di osservazione; magari un dettaglio è nel posto giusto, con la luce perfetta per qualche secondo. Ma la tua camera non era settata in modo corretto e un possibile ricordo per la vita è perso sempre. Con questo tutorial sui generis Peter rafforza l’importanza di fare foto piuttosto che rimarcare con cosa le fai: spesso un buon smartphone equivale a una camera da decine di migliaia di euro. Sappiamo che ci stiamo facendo del male da soli, perchè d’ora in poi gli sposi delegheranno tutto a un testimone fissato con i filtri di instagram. Corriamo però il rischio volentieri. Spesso infatti le persone che vorrebbero avvicinarsi a questo mondo trovano la scusa di rinunciarci, a causa dei costi folli per acquistare del materiale di livello. Peter ci insegna che se la fotografia ce l’hai nel sangue, troverai sempre un modo per immortalare un momento. Anche con uno smartphone. Grazie Peter.

Durata: oltre i 10 minuti.

Al prossimo appuntamento. PDMP Staff.