UN MESE DI MURO DELLA GENTILEZZA

Non ci arrendiamo!

19 marzo 2016 — allestimento

Vorrei tornare a parlare del nostro Muro della gentilezza a Roma in Via Cassia 1761 e cercare di fare il punto della situazione.

18 marzo 2016

Il Muro della gentilezza FUNZIONA. Molte persone donano vestiti e hanno risposto con entusiasmo a questa iniziativa.

E allora perché questo caos? L’errore è lasciare al Muro della gentilezza scatole e buste piene di vestiti. Il Muro della gentilezza non è un centro di raccolta ma un luogo dove prendere e lasciare un indumento alla volta.

Se ci credete anche voi aiutateci a diffondere le pochissime regole del MURO DELLA GENTILEZZA.

Uun indumento alla volta

Gruccia & Plastica

Agganciati alla catena

Il Muro della gentilezza è allenamento quotidiano del senso civico: impegno, collaborazione, dignità, condivisione, rispetto, utopia... E’ una sfida per tutti. Tornare al Muro senza gentilezza è facilissimo: serve solo non impegnarsi. Basta dire: “Lo sapevo io.” Per cambiare qualcosa bisogna dire: “Io mi impegno”.

Da domani e nei prossimi giorni TUTTI I VESTITI verranno RACCOLTI e ricominceremo da capo. Grazie a chi continua a crederci e a dare una mano! Cerchiamo volontari e persone del quartiere che ci aiutano a diffondere le regole.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.