The boss is coming to town (da #siamotuttigiulia)

Mattinata di inizio marzo, il 16 luglio è ancora molto lontano.

E ‘sti cazzi, direte voi, non cogliendo la rilevanza dell’associazione tra le due date.

Ma rimedio subito e vi spiego tutto… Il 16 luglio è il giorno in cui si terrà il concerto di Springsteen al Circo Massimo; oggi, invece, è il primo giorno in cui se ne possono acquistare i biglietti.

Non vi devo stare a spiegare, spero, il caos che ci sarà on line oggi: ticketone che si impalla, bonifici bloccati senza apparente motivo, proprietari di Postepay che cercano di comprare quantitativi di biglietti superiori a quanto il Postepay Club consente, gente che si indebita spendendo soldi che non ha, bagarini e hacker che collaborano allegramente parlando la comune lingua del dio denaro fraudolento.

In poche parole, oggi (ma solo oggi!) prendere la metro a Termini sarà una scampagnata, al confronto. Anzi — visto che Bruce stavolta non si è regolato con il budget, visto che al momento non ho un centesimo per comprare quei dannati biglietti e visto che per questo motivo il mio cuore è in frantumi — entrare a Termini oggi per me sarà come rifugiarsi in una nicchia protetta in cui nessuno riuscirà a farmi soffrire.

(Valutazione errata. Come sempre.)

Per continuare a leggere, clicca qui :)