La legge del ceffone

Ne avevo scritto qui due settimane fa, qualcuno mi aveva anche detto che non era una notizia e invece oggi è su tutti i giornali: la legge del ceffone in Russia è passata anche in seconda lettura e così oggi si indignano tutti.

E fa niente che intanto la retorica del cattivismo e dell’uomo forte sia in ottima salute: a continuare a invocare la forza poi la forza arriva e spesso tracima in violenza e forse bisognerebbe sforzarsi a leggere il clima culturale, provare a mettere insieme i segnali preoccupanti che ci arrivano da questi tempi e ribaltarli, anche.

Chissà che ne dicono gli amici di Putin.


Originally published at Giulio Cavalli.