Una notte imprevista

Ti ho seguita
Mentre sparivi dietro all'ultimo muro.

Lontano e Inerme
Raccogliendo le memorie
Del tuo sorriso

Poi 
Come il finale
Scelto da un regista
Compiacente con lo spettatore
Arriva il colpo di scena
Inimmaginato e inimmaginabile

Una nota, due,
Ma alla terza ho la certezza di vederti ricomparire
Perché l’hai voluto anche tu
Con la stessa forza
Con cui lo negavi
A te stessa.

E nell'istante in cui
Ho ascoltato ancora
Le tue dita 
Sciogliersi tra le mie
Sapevo che avrei avuto il privilegio
Di assaggiare quelle labbra
Che per tutta la sera
Hanno fatto a gara
Coi tuoi occhi
Per conquistarsi
Il trono dei più osservati

Il sapore resta
Tatuato insieme
A quel sorriso
Che mi sorprende
Ancora una volta
Pronunciando Quel numero: 12
Infinitesimo di una scala
Di desiderio infinito
Che resterà un attimo
Assoluto.

Come il bacio che ha suggellato
Una notte
Imprevista
Folle ed incancellabile

by hlb

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.