Awesome mix: 5 videogame OST da non perdere

Il suond design è parte integrante dei videogame ma trovo raramente soundtrack in grado di fare il grande salto dalla console alle mie playlist
Eccone 5 che ce l’hanno fatta.

-The legend of Zelda
Come si fa a non amare la colonna sonora di Zelda? Epica, onirica, si sposa alla perfezione con le atmosfere della serie e nei miei preferiti (Ocarina e Link’s Awakening) diventa parte integrante delle meccaniche di gioco. L’abbiamo ascoltata in tutte le salse, dagli 8-bit alle tracce orchestrate. Stavolta vi propongo il tributo degli indie game composer per il 25° anniversario:

http://zelda25.ocremix.org/

- Portal 2
La seconda iterazione di Portal è una roba che non si dimentica facilmente: da esperimento inserito nella Orange Box diventa un gioco vero, grosso.
E la colonna sonora fa sì che l’esperienza rimanga scolpita nella memoria. Valve ve la regala a questo link:

http://www.thinkwithportals.com/music.php

- Metroid Prime
Il ritorno di Samus dopo Super Metroid sul cubetto Nintendo è forse il mio momento preferito della generazione 128 bit. Il passaggio di consegne tra
i giapponesi e gli americani di Retro Studios è riuscito a rinvigorire la storica serie nata dalla mente di Gumpey Yokoi anche nell’approccio alle orecchie del giocatore:

https://www.youtube.com/watch?v=tBq_SueS8oo

-Transistor
E’ stata una delle mie più grandi delusioni su PS4: devastante sul piano visivo e sonoro ma brutto da giocare. Da evitare con un pad in mano ma la voce di Ashely Barrett merita il vostro tempo:

https://www.youtube.com/watch?v=-zA1jRmAYfU

-The Last of Us
Gustavo Santaolalla firma la colonna sonora del monumentale The Last of Us. Chiudiamo in bellezza con la chitarra argentina che racconta alla perfezione il mondo post apocalittico di Joel e Ellie:

https://www.youtube.com/watch?v=VBQ8FBfhvsE

A single golf clap? Or a long standing ovation?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.